Foglio delle domande (di Paolo Paltrinieri)

30 marzo 2009

Sabato 28 marzo, nel pomeriggio, Paolo Paltrinieri, 9 anni compiuti, mi ha consegnato un fascicolo composto da quattro fogli graffettati intitolato “Foglio delle domande”. Contiene le domande che seguono. Ne abbiamo parlato ed ho provato a fornire le mie risposte. Mi sono reso conto, però, che non è semplice rispondere. Che non sono molto preparato a rispondere. E che nelle mie risposte contavo sull’accettazione, da parte del mio interlocutore, del fatto che su questi temi non si possa dire molto di più oltre al fatto che sono fatti! Molte risposte, in effetti, sono delle tautologie. Del tipo: la vita finisce perché tutte le cose viventi hanno una fine! Bella risposta! Dunque, ogni contributo è gradito. Leggi il seguito di questo post »


Tutti in carrozza! Parte il Comitato degli utenti della ferrovia Vignola-Bologna

28 marzo 2009

Questa mattina, sabato 28 marzo 2009, alle ore 9.30 presso il Municipio di Vignola, 40 persone si sono trovate per dare vita al Comitato degli utenti della ferrovia Vignola-Bologna. Si tratta di un percorso iniziato a fine 2008, quando l’avvio dell’Alta Velocità sulla tratta Milano-Bologna ha ulteriormente aggravato i disservizi della ferrovia Vignola-Bologna, esasperando ancora di più gli utenti (vedi). Ecco le principali tappe. A gennaio Norma Orsini, residente a Vignola ed utente della ferrovia, ha promosso una petizione indirizzata a FER srl, raccogliendo più di 120 firme. Il 21 febbraio una “delegazione” di 12 utenti ha incontrato i vertici di FER srl per dare indicazioni sui bisogni degli utenti ed avere informazioni sui programmi di miglioramento del servizio (vedi). Dell’incontro è stato redatto un verbale, tuttora non ancora approvato da FER srl (e sono passati 40 giorni!!). Inoltre il 9 marzo 2009 un gruppo ristretto di quegli utenti (Norma Orsini, Maurizio Quartieri, Rita Gambuzzi, oltre al sottoscritto) ha incontrato Giovanni Zavorri, esponente del Comitato degli utenti della ferrovia “Porrettana” per avere informazioni sulla loro esperienza. Da questo “percorso” è maturata la consapevolezza circa i punti fermi del costituendo Comitato: Leggi il seguito di questo post »


Central Park a Vignola. Un nuovo parco urbano in via di Mezzo

25 marzo 2009

Nella seduta del 5 marzo scorso il Consiglio Comunale ha approvato il progetto preliminare per la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale e delle connesse aree verdi lungo l’attuale via di Mezzo (delibera n.10 del 5 marzo 2009). “Central park” l’ha subito battezzato il sindaco Roberto Adani, affascinato da un recente viaggio a New York. Al di là del paragone fuori scala, l’intervento è assai importante, visto che razionalizza, amplia e riqualifica una zona verde al centro di un quartiere in forte espansione. La nuova area verde, infatti, ingloberà un parco esistente – quello ubicato tra Piazza Maestri del lavoro (la piazzetta dell’edicola di Brodano, per intenderci) e via di Mezzo – che da tempo è in attesa di un intervento di riqualificazione. Leggi il seguito di questo post »


Sesto potere. Gianluca Ruggeri candidato a sindaco della lista civica Vignola per me

21 marzo 2009

Plausibilmente solo dopo aver verificato che la congiunzione astrale risultasse favorevole Gianluca Ruggeri ha fatto il grande passo, presentandosi ufficialmente come candidato a Sindaco di Vignola con la lista civica Vignola per me. Ne danno notizia oggi sia la Gazzetta di Modena che L’Informazione di Modena. Ruggeri si presenta – così almeno riferiscono i due quotidiani – come “docente di psicologia dell’arte e della letteratura all’Università di Bologna”. Una veloce verifica sul sito web dell’Alma Mater Studiorum non evidenzia alcun Gianluca Ruggeri tra i docenti dell’Università di Bologna (verifica). Iniziamo bene. Un conto è aver tenuto una qualche lezione seminariale sugli “archetipi nei Tarocchi nella prospettiva junghiana” (od argomenti simili) invitato da un docente vero, il Prof. Stefano Ferrari, del Dipartimento di Arti Visive. Altra cosa è aver titolo per presentarsi come docente universitario. La formula usata e riportata dai quotidiani va dunque opportunamente precisata, anche alla luce dei recenti richiami della stessa Università di Bologna circa l’uso corretto dei titoli accademici. Ma veniamo al resto. Leggi il seguito di questo post »


A volte ritornano. Paolo Morselli candidato a sindaco di Vignola per l’UDC

15 marzo 2009

Dopo Antonio Francesco Orlando (vedi), ex-assessore vignolese dal 2004 al 2006, anche Paolo Morselli, pure lui ex-assessore (ed anzi, ex-vicesindaco) dal 2003 al 2006, si presenta come candidato a sindaco per le elezioni amministrative del 6-7 giugno 2009. In questo caso a capo di una lista dell’UDC. La situazione è davvero singolare. Due ex-assessori si presentano al giudizio degli elettori alle prossime amministrative contro chi ha governato questa città (il Partito Democratico ed altre 5 forze politiche), pur avendo avuto anch’essi responsabilità di governo (sic!) ed avendo esibito una performance tutt’altro che esaltante. Morselli ha annunciato la propria candidatura sulle pagine della Gazzetta di Modena del 5 marzo 2009, assieme ad alcuni “punti fermi” del programma. Non è tanto, ma ce n’è abbastanza per un commento. Leggi il seguito di questo post »


Città dei vivi, città dei morti

8 marzo 2009

Storici come Philippe Ariès e Michel Vovelle hanno richiamato l’attenzione sul mutamento intervenuto dal medioevo ad oggi circa il senso della morte ed i riti che la accompagnano. Oggi il tema della morte è sempre più rimosso dalla nostra società in cui si celebra invece il benessere, la salute, la vita. La crescita della ricchezza ed i progressi della medicina hanno consentito un allungamento della vita, spostando sempre più in là nel tempo – nella biografia individuale – l’evento della morte. Essa è sempre più un evento che riguarda (solo) le persone anziane, anzi molto anziane. La sua presenza è rarefatta nelle altre fasi della vita, anche se non completamente assente. Questi mutamenti demografici si accompagnano a mutamenti dei comportamenti: le forme del ricordo e la frequenza delle visite ai defunti sono significativamente diverse tra le vecchie e le giovani generazioni. La frequentazione dei luoghi dei morti – i cimiteri – avviene con minor frequenza. Il mutamento di sensibilità riguarda anche le forme del “trattamento” dei defunti: la pratica millenaria dell’inumazione (o della tumulazione) è tutt’oggi ampiamente prevalente, ma cresce il ricorso alla cremazione della salma. Ecco alcuni dati sulla realtà di Vignola, accompagnati da alcune considerazioni. Leggi il seguito di questo post »


Abbasso l’iperbole. Una nota di Giuseppe Sciortino sulle politiche culturali bolognesi

8 marzo 2009

In questo articolo Giuseppe Sciortino, docente di sociologia del mutamento all’Università di Trento, ma residente a Bologna, svolge alcune considerazioni sulla “politica per la cultura” a Bologna. Fatte le dovute proporzioni, le sue considerazioni sono pertinenti anche per la realtà vignolese. Una riflessione sulla “politica dei grandi eventi” che ci ricorda come sia importante il radicamento delle iniziative culturali nel tessuto locale, valorizzando in primo luogo le “energie” delle numerosissime e qualificate associazioni culturali del territorio. Un tema che, a livello vignolese, è stato sviluppato soprattutto da Valter Cavedoni, presidente dell’Università della libera età. Ma che è anche un elemento di riflessione, non da ora, del Partito Democratico (vedi). Leggi il seguito di questo post »