Una modesta proposta

Durante la campagna elettorale per le comunali del 2009 una lista cittadina (Vignola Noi) propose come punto programmatico nientemeno che “più luce negli angoli bui”. Come non essere d’accordo! Per non essere scalzato dal podio di quella “fiera della leggerezza” che stava diventando  la contesa elettorale, subito contrattaccai proponendo a mia volta “fontanelle a misura di bambino in ogni parco!” (vedi). Perché anche questo è un tema vero! E soprattutto è molto sentito dai bambini, dai 2 agli 8 anni, privi di rappresentanza politica! Visto che faticano a bere dalle fontane-a-getto-d’idrante installate nella quasi totalità dei parchi vignolesi (almeno laddove le fontane non sono da tempo secche).

Mi sovvenne così di riallacciarmi ad un’antica tradizione che risaliva nientemeno che a Jonathan Swift, in cui l’ironia viene posta al servizio della lotta politica. Da qui il titolo “Una modesta proposta”, che risale ad uno scritto satirico di Swift del 1729: A Modest Proposal for Preventing the Children of Poor People From Being a Burden on Their Parents or Country, and for Making Them Beneficial to the Publick.

Jonathan Swift (1667-1745, Dublino)

In realtà solo di rado l’ironia (ancor meno lo humor nero) contraddistingue questi scritti. Ma può succedere che un po’ d’ironia faccia capolino ogni tanto, anche se non sempre risulta distinguibile con nettezza dagli argomenti seriosi perlopiù dispiegati. In ogni caso mi ritrovo in pieno nel pensiero di Swift: “Per parte mia, dopo aver riflettuto per molti anni su questo tema importante ed aver considerato attentamente i vari progetti presentati da altri, mi sono reso conto che vi erano in essi grossolani errori di calcolo.” Motivo per cui, su certi temi, non posso trattenermi dall’avanzare la mia “modesta proposta”.

E’ precedente alla serie, ma intriso d’ironia (ma anche di verità) il post scritto durante la campagna per le primarie del PD di Vignola per la scelta del candidato a sindaco, nel gennaio 2009: Luca Gozzoli e le primarie del PD di Vignola. Due libri per riempire l’attesa.  Poi, come si sa, le cose sono andate diversamente. Ma quel pezzo conserva tuttora una sua attualità.

Per concludere, di nuovo con Swift mi sento di affermare: “Dichiaro con tutta la sincerità del mio cuore che non ho il minimo interesse personale a cercar di promuovere quest’opera necessaria e che non sono mosso da altro motivo che il bene generale del mio paese, nel miglioramento dei nostri commerci, nell’assistenza ai piccoli e l’aiuto ai bisognosi, e nella possibilità di offrire qualche piacevole passatempo ai cittadini. A condizione che siano disposti a leggere fino all’ultima riga.

Annunci

2 Responses to Una modesta proposta

  1. mauro soli ha detto:

    Contribuisco all’elenco delle modeste proposte. Visto che dopo i due giorni di Bambinopoli, Vignola tornerà ad essere Automobopoli, Parcheggiopoli, SenzaStrisciePedonipoli, PocoCiclabilopoli, SenzaVigilopoli, CiaoAreeVerdopoli, SportelloUnicopoli, VeryHappyLateHouropoli, è prevedibile che si riesca a sapere dall’attuale amministrazione comunale e da qualche forza politica cosa possono fare nell’immediato a questo proposito?

    • eolo ha detto:

      tutte proposte da valutare che comunque non risolvono i problemi piu’grandi quali:disoccupazione,delinquenza(e non fate finta di non vederla)economia locale(aziende che dislocano,aziende che chiudono),clandestininita’,privilegi a chi non produce nulla,vessazioni ai pochi rimasti che producono (“ricchezza”)lavoro sano……continuo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: