Ancora una petizione in difesa dell’ospedale di Vignola!

7 dicembre 2016

Anche il sindaco Mauro Smeraldi non ha resistito alla tentazione di lanciare la sua petizione in difesa dell’ospedale di Vignola. Ennesimo amministratore di lotta e di governo (forse più di lotta che di governo). E così siamo a 3 petizioni in poco meno di tre anni. Dopo quella promossa dal sindaco Daria Denti in difesa del pronto soccorso (era l’inverno 2013-2014: vedi) e quella promossa da un gruppo di cittadini ed operatori nel giugno 2015 (vedi). Ora arriva quella dell’amministrazione Smeraldi (vedi), con raccolta firme da effettuarsi entro il 20 gennaio 2017. E poiché siamo solo a metà legislatura nulla vieta che se ne riproponga un’altra entro la fine della legislatura, magari come avvio della prossima campagna elettorale (calzerebbe a pennello!). In ogni caso è bene chiedersi cosa succede (visto che nessuno parla di rischio chiusura per l’ospedale di Vignola), così come è bene chiedersi se gli amministratori locali non abbiano davvero altri strumenti (più efficaci) per “difendere” (o in realtà promuovere) la sanità del territorio (che è cosa più ampia dei soli servizi ospedalieri – senza con questo far pensare che anche questi non debbano essere continuamente migliorati). Leggi il seguito di questo post »


Ferrovia Vignola-Bologna: dall’11 dicembre cambiano gli orari (in peggio)

6 dicembre 2016

c_home-20mar2016-002

Si torna un po’ indietro. Verso un allungamento dei tempi di percorrenza. Probabilmente solo temporaneamente. E’ una conseguenza delle disposizioni dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF), l’agenzia subentrata nel corso dell’estate all’USTIF nel presiedere alle ferrovie regionali. E che ha imposto norme più severe alle linee ferroviarie non provviste di dispositivi di sicurezza evoluti (SCMT, ovvero Sistema Controllo Marcia Treno). Provvedimenti che hanno riguardato anche la linea Vignola-Bologna, visto che qui il SCMT è in corso di installazione (con termine previsto entro l’estate 2017). Dunque limitazione della velocità massima a 70 km/h (è così dal 2 novembre scorso: vedi). Un provvedimento che ha “messo in tensione” l’orario vigente, come si è sperimentato in novembre (con percentuale di corse puntuali che dal 99% sono scese al di sotto del 90%), mentre a settembre 2016 i tempi di percorrenza erano stati ridotti di 4-6 minuti. Ne è conseguita una revisione dei tempi di percorrenza – diventerà operativa dall’11 dicembre con l’entrata in vigore del nuovo orario 2016-2017 (qui il comunicato di TPER: vedi). Meglio dunque dare un’occhiata al nuovo orario (cambiano anche gli orari di partenza delle corse da Vignola). Leggi il seguito di questo post »


Verso il nuovo Piano Urbano del Traffico/1. Mappa degli incidenti stradali

4 dicembre 2016

L’amministrazione Smeraldi ha opportunamente avviato il processo di aggiornamento del Piano Urbano del Traffico (PUT) di Vignola. Quello vigente (risale al 2005-2006, ovvero ai primi anni del secondo mandato del sindaco Roberto Adani) fu caratterizzato dalla proliferazione di rotatorie agli incroci, con l’obiettivo di fluidificare la circolazione stradale. Da allora diverse micro-innnovazioni sono state introdotte nella viabilità vignolese (l’ultima relativa al senso unico di marcia in via Libertà: vedi) , a volte perdendo di vista l’insieme. E’ dunque importante recuperare uno sguardo sistematico sul “funzionamento” della viabilità vignolese ed affrontare i “nodi” ancora aperti, tra cui quello della sicurezza stradale. Ogni anno 140-160 incidenti stradali, 120-130 feriti, 1 morto – questi all’incirca i valori medi annuali. Partiamo da qui, perché se si vuole far percepire ai cittadini vignolesi l’importanza di rimettere mano alla viablità (chiedendo loro qualche “sacrificio” – in termini di comportamenti più “virtuosi”) i dati sulla situazione attuale, in termini di incidenti e relativi “costi” sociali ed economici, vanno dichiarati con chiarezza. Ed enfasi.
Leggi il seguito di questo post »


Guida alla Chiesa Parrocchiale di San Michele Arcangelo di Campiglio, una pubblicazione di Maria Cristina Vecchi

1 dicembre 2016

a_lat-9feb2013-011

Venerdì 2 dicembre, ore 20.30 presso Palazzo Barozzi (Piazza Contrari 3) a Vignola, viene presentata la pubblicazione Guida alla Chiesa Parrocchiale di San Michele Arcangelo di Campiglio di Maria Cristina Vecchi. Assieme all’autrice interverranno Matteo Al Kalak, ricercatore presso la Scuola Normale Superiore di Pisa (parlerà di Chiese ed edifici di culto dopo il Concilio di Trento), e Angelo Mazza, ispettore onorario del Ministero per i Beni e le Attività Culturali (presenterà la Guida alla Chiesa Parrocchiale di San Michele Arcangelo di Campiglio). Ad introdurre la serata Don Stefano Andreotti, già parroco di Campiglio. Leggi il seguito di questo post »


Goodbye Armilla!

30 novembre 2016

q_armilla-lachiavedisvolta

Nel 2013, dopo tre anni di meditazioni, riflessioni, studi, l’amministrazione Denti avviava il programma di incubatore d’impresa in centro storico. Con tanto di denominazione, logo e gadget, secondo i principi del marketing (politico). Era nato Armilla! (vedi) Dopo pochi mesi era evidente che la montagna aveva partorito il classico topolino (vedi). 50.000 euro di finanziamento regionale, di cui una parte non proprio trascurabile girata all’incubatore, ovvero Democenter-Sipe. Comunque, tutto ciò bastava al sindaco Daria Denti per vantarsi dell’operato nel suo “bilancio di mandato” (vedi lettera A-Armilla): “Contribuisce a rigenerare la parte commerciale del centro storico, a riaccendere gli ‘occhi bui’ sotto i portici del centro storico e si accompagna alle misure di sostegno all’insediamento culturale …” eccetera eccetera. Purtroppo nessuna seria valutazione a posteriori è stata fatta. Nel 2016, dopo tre anni, il progetto si è completamente liquefatto – stavolta sotto l’amministrazione Smeraldi. Dapprima con la delibera di giunta n.71 del 21 giugno 2016 l’area di intervento è stata estesa: non più “solo” il centro storico, ma anche gli altri due Centri Commerciali Naturali (CCN) di Vignola (Fuori le mura e Le Vie Ensamble-via Resistenza). Ovvero svapora l’obiettivo della riqualificazione del centro storico (obiettivo fondamentale visto che l’area continua ad avere gli stessi caratteri di degrado di sempre). In più, ora, con delibera di giunta del 29 novembre 2016, i termini di partecipazione vengono estesi retroattivamente. Capovolgendo la logica dell’intervento. Leggi il seguito di questo post »


Via Libertà cambia profilo

27 novembre 2016

p_home-27nov2016-015

Due diversi progetti per la sistemazione di via Libertà. Il primo sotto l’amministrazione Denti, il secondo sotto l’amministrazione Smeraldi. E’ chiaro che non è il modo ottimale di lavorare (visto il cambio di filosofia progettuale), ma sono cose che succedono quando avviene un “ribaltone” nell’amministrazione della città. Il primo progetto, relativo al tratto tra via Agnini e via dell’Oratorio, è stato realizzato dall’amministrazione Denti tra 2013 e 2014 (vedi). Dei limiti di quel progetto si è discusso ampiamente (vedi). Il secondo progetto, relativo al tratto tra via dell’Oratorio e via Matteotti, è appena stato completato dall’amministrazione Smeraldi: da giugno ad ottobre il cantiere, l’11 novembre l’asfaltatura della strada (vedi), dal 21 novembre l’introduzione del senso unico di marcia tra via Labriola e via Cesare Plessi in direzione centro (qui l’ordinanza del sindaco: pdf). Di questo progetto era stato realizzato nel 2015 un primo stralcio, con la realizzazione della rotatoria alla confluenza di via Libertà con via Circonvallazione (vedi). I miglioramenti introdotti dal secondo progetto sono evidenti: il senso unico (con relativo restringimento della sede stradale) ha consentito di realizzare un’ampia pista ciclabile. Questo è un bene. Ma non tutto è ugualmente convincente. Vediamo. Leggi il seguito di questo post »


Domenica 27 novembre al Teatro Fabbri di Vignola lo spettacolo “Invisibili” (e non solo)

22 novembre 2016

o_invisibili-home

Domenica 27 novembre, ore 16 al Teatro Ermanno Fabbri di Vignola, Mohamed Ba (nato in Senegal, in Italia mediatore culturale ed attore: vedi) mette in scena “Invisibili“, uno spettacolo che ripercorre il cammino di due cittadini africani che cercano di sopravvivere agli incubi della povertà sognando una vita migliore dall’altra parte della barriera (vedi). Lo spettacolo sarà introdotto da “Al di là dei numeri“, il racconto della propria esperienza in un centro di prima accoglienza profughi (estate 2016 a Reggio Calabria: vedi), da parte di un gruppo di scout vignolesi (Clan La Quercia del gruppo Agesci Vignola 1). Leggi il seguito di questo post »