La scelta della chiarezza, il concetto di trasparenza, il “principio speranza”

30 aprile 2009

Alcuni amici mi hanno detto di aver saputo da fonti certe che mi ero candidato in una delle innumerevoli liste che popolano la competizione elettorale per le amministrative vignolesi. C’è gente, evidentemente, che, anche su questo, ne sa più di me. Il segretario del PD di Vignola, da tempo un caro amico, vuole convincermi che il percorso compiuto dal PD di Vignola con le “consultazioni” sia un esempio di trasparenza. Ritengo di aver buone ragioni per non farmi convincere. Fare un passo indietro e dimettermi dagli organi dirigenti del PD di Vignola non vuol dire rinunciare al progetto di costruire un partito davvero nuovo per profilo riformista e per esercizio della democrazia interna. La speranza è che sia possibile andare comunque avanti in questa direzione. La mia decisione è una sorta di “mossa del cavallo” (non ho mai frequentato tanti tornei scacchistici come ora che mio figlio Paolo si è appassionato di questo gioco): tenere assieme l’espressione radicale del dissenso verso gli organi dirigenti vignolesi con l’impegno, da semplice iscritto, alla costruzione del nuovo partito. Vorrei provare a legare questi tre temi in un unico ragionamento: dunque chiarezza, trasparenza, speranza. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Parcheggi per disabili. Facciamo un gesto di civiltà (di Maurizio Montanari)

27 aprile 2009

Se c’è qualcosa che personalmente trovo odioso e indegno di un paese civile è l’utilizzo che sovente vedo fare dei posteggi riservati ai disabili. Interrompo a volte il lavoro di studio per un caffè al bar Corso, e da lì la sequela di parcheggi “abusivi” è il rituale spettacolo al quale gli astanti devono assistere. Leggi il seguito di questo post »


Fondazione di Vignola: riflessioni sul bilancio di missione 2005-2008

26 aprile 2009

I risultati di quattro anni di attività: 2005-2008. Sono l’oggetto del bilancio di missione della Fondazione di Vignola presentato sabato 18 aprile scorso dal Presidente Giovanni Zanasi unitamente al Comitato di gestione (ecco il testo in pdf). Un passaggio importante per la comunità vignolese e del territorio circostante (Spilamberto, Savignano, Marano) su cui si concentra l’attività della Fondazione. Un passaggio che merita qualche considerazione. Certo un apprezzamento – lo dico sin da subito – per il lavoro svolto in questi quattro anni dal Presidente Zanasi e dagli organi dirigenti della Fondazione. Ma anche altro. Nella convinzione che c’è bisogno di più dibattito pubblico sulle istituzioni che governano il territorio vignolese o che vi contribuiscono, con progetti di grande rilievo e con erogazioni di contributi, come nel caso della Fondazione di Vignola. Leggi il seguito di questo post »


Stranieri tra noi (e sempre più vittime del lavoro)

23 aprile 2009

Un operaio egiziano di 32 anni, residente a Bazzano, è morto ieri sul lavoro a Bologna (vedi). Il nome è Ahmed Eisa Mohamed Ali Mousa. Precario da due anni, in procinto di un’assunzione a tempo indeterminato, un matrimonio programmato per agosto nel suo paese – così riportano le cronache sui giornali. E’ morto mentre lavorava nella ditta Almet Italia Srl di Bologna. Colpito alla testa da una barra di alluminio “sparata” da una macchina utensile a poca distanza da lui. Purtroppo un altro morto sul lavoro. Uno dei troppi morti sul lavoro: tanti italiani, ma tanti (sempre più) stranieri. Leggi il seguito di questo post »


Il motivo del dissenso

22 aprile 2009

Mi ero fatto la convinzione di non dover più aggiungere niente. Mi riferisco alle mie dimissioni dagli organi dirigenti del PD di Vignola. Così quando mi ha chiamato Marco Pederzoli, giornalista della Gazzetta di Modena, per avere una dichiarazione su quanto aveva letto sul mio blog, mi sono particolarmente seccato. Ho dunque precisato che non avevo dichiarazioni da fare. Non era, non è mia intenzione fare polemica. Leggi il seguito di questo post »


Ricomincio da tre

18 aprile 2009

Oggi, sabato 18 aprile 2009, ho rassegnato le dimissioni dagli organi dirigenti del Partito Democratico di Vignola. Non faccio più parte né della segreteria, né del comitato direttivo. Non pretendo che chi legge dia a questo fatto il valore di “notizia”. E’ però un fatto che, nella sua piccola rilevanza, giustifica questo post. Leggi il seguito di questo post »


Le disavventure di un povero pendolare

14 aprile 2009

Martedì 14 aprile 2009. Treno delle 7.48 in partenza da Vignola per Bologna. Ente gestore: FER srl. Il treno parte regolarmente da Vignola alle 7.49. Alla “stazione” di via Lunga, subito dopo Crespellano, si ferma più del previsto, circa 10 minuti, forse in attesa del treno proveniente da Bologna (la ferrovia è a binario unico e nel tratto tra via Lunga a Casalecchio non esiste una stazione scambiatrice, non c’è dunque possibilità di far passare i treni che procedono con senso di marcia opposto). Il ritardo accumulato a via Lunga non viene recuperato nel tratto successivo. Anzi. Si arriva a Casalecchio-Garibaldi alle 8.46 (anziché alle 8.32). A quell’ora però la “finestra” temporale per l’immissione sulla rete RFI si è chiusa. Al capotreno arriva il comando di fermarsi a Casalecchio. Il treno non prosegue. I passeggeri vengono fatti scendere. Leggi il seguito di questo post »