Central Park a Vignola. Un nuovo parco urbano in via di Mezzo

Nella seduta del 5 marzo scorso il Consiglio Comunale ha approvato il progetto preliminare per la realizzazione di un percorso ciclo-pedonale e delle connesse aree verdi lungo l’attuale via di Mezzo (delibera n.10 del 5 marzo 2009). “Central park” l’ha subito battezzato il sindaco Roberto Adani, affascinato da un recente viaggio a New York. Al di là del paragone fuori scala, l’intervento è assai importante, visto che razionalizza, amplia e riqualifica una zona verde al centro di un quartiere in forte espansione. La nuova area verde, infatti, ingloberà un parco esistente – quello ubicato tra Piazza Maestri del lavoro (la piazzetta dell’edicola di Brodano, per intenderci) e via di Mezzo – che da tempo è in attesa di un intervento di riqualificazione. Lì si trova un campetto da calcio, un campo da basket e la sede dell’Associazione Alpini di Vignola, più qualche panchina ed una fontana. Con questo intervento l’area verde viene ampliata e riqualificata. Vignola ha infatti bisogno di espandere (e riqualificare) il suo verde pubblico, al fine di aumentare la dotazione e rispondere pienamente agli standard previsti dalla L.R. n.20/2000. Per fare questo sono previsti interventi di realizzazione di nuovi parchi (parco di via Ravenna o parco Città dei bambini e delle bambine) o di riqualificazione di quelli esistenti (es. parco dei “nuovi nati” al “Gessiere”).

L'area di via di Mezzo interessata dal progetto

L’area di via di Mezzo interessata dal progetto

Il progetto della nuova area verde di via di Mezzo prevede la realizzazione di parchi e piste ciclo-pedonali su un’area complessiva di 17.612 mq. Campetto da calcio e campo da basket verrebbero ricollocati e riorientati. Via di Mezzo verrebbe chiusa e sostituita con un tratto di pista ciclo-pedonale, mentre ai suoi lati verrebbero realizzate diverse aree verdi “a tema” (con anche un “giardino del vento”). Si tratta, in effetti, di un progetto di qualità, realizzato dall’Arch. Elena Fabbrucci dello Studio BES – Architettura del paesaggio (vedi), con sede a Modena e che ha già realizzato importanti progetti di aree verdi vignolesi, oltre al Masterplan del verde pubblico (vedi).

Il progetto di riqualificazione del verde pubblico lungo via di Mezzo (studio di fattibilità di Studio BES)

Il progetto di riqualificazione del verde pubblico lungo via di Mezzo (studio di fattibilità di Studio BES)

Contestualmente all’approvazione dello studio preliminare la delibera consiliare dispone l’adozione di una specifica variante al PRG, relativamente al cambio di destinazione di zona sia delle aree interessate in via di Mezzo (comparti relativi ai piani particolareggiati “Il Borgo” e “Levim”), sia delle aree di proprietà pubblica poste tra via I.Nievo e via T.Tasso sempre a Brodano (di fatto si “stabilizza” un’area di verde pubblico, oggi però configurata come zona omogenea B2 sul PRG, trasformandola appunto anche nel PRG in zona destinata a verde pubblico). La capacità edificatoria di quest’area viene spostata su un’area in cui è già previsto un intervento edilizio, consentendo l’innalzamento di un ulteriore piano. Con la delibera si procede all’adozione della variante, ovvero all’avvio di un iter che consentirà, dopo la pubblicazione e la risposta ad eventuali osservazioni, di procedere all’approvazione della variante e dunque al conferimento dell’incarico per la progettazione esecutiva (a cui seguirà, infine, la realizzazione). L’intervento complessivo, in verità, è previsto in due distinti stralci: un primo stralcio (“macrostralcio centrale”; annualità 2009 del Programma Triennale delle opere pubbliche) per un importo complessivo presunto di 550mila euro; un secondo stralcio (“stralcio settentrionale e meridionale”; annualità 2011) per un importo di 450mila euro. Interventi finanziati con oneri di urbanizzazione.

Comparto interessato dal piano particolareggiato "Il Borgo" in via di Mezzo (foto 2006)

Comparto interessato dal piano particolareggiato “Il Borgo” in via di Mezzo (foto 2006)

Insomma, si tratta di un intervento complesso, per la realizzazione di un’area verde di dimensioni medio-grandi che apporta un evidente beneficio e maggiore qualità ad un’area periferica a forte urbanizzazione. Il progetto è indubbiamente positivo e sollecita due ulteriori osservazioni. La prima riguarda la pianificazione della progressiva riqualificazione del verde urbano. Il Masterplan del verde pubblico adottato a fine 2007 (vedi) ha offerto per la prima volta una visione complessiva del verde urbano, proponendo sia una specializzazione delle aree (alcune per bambini, altre con target diversi), sia una definizione dei percorsi di collegamento, con piste ciclabili e pedonali. Lo studio stimava in oltre 10 milioni di euro la somma necessaria per la riqualificazione complessiva dei parchi vignolesi. Si tratta, però, di un impegno che può essere realizzato solo tramite un programma pluriennale (la capacità annuale di investimento del Comune di Vignola è infatti di circa 7-9 milioni di euro, per una gamma di interventi molto ampia che va dalle strade alle scuole). E’ dunque bene che l’amministrazione comunale si proponga ai cittadini (ed ai diversi quartieri) con un “patto” per il verde pubblico che, in modo trasparente, definisca le priorità d’intervento e la sequenza delle opere di riqualificazione. Oggi la riqualificazione di un parco anche di dimensioni medio-piccole (es. il parco di via Cimarosa, contiguo alla scuola elementare A.Moro), ha un costo non inferiore ai 150mila euro. Risorse che servono per garantire il livellamento e drenaggio del terreno, la collocazione di impianti di irrigazione, l’installazione dell’illuminazione e di sistemi di videosorveglianza, la collocazione di arredi, attrezzature e giochi. Occorre pertanto definire un programma di lavoro che al ritmo di un paio di interventi all’anno consenta di completare la riqualificazione del verde pubblico cittadino in un periodo non superiore alle prossime due legislature. Un tempo non brevissimo, ma su cui si può prendere un impegno con la prospettiva realistica di rispettarlo. Ricordo che oggi i parchi “di qualità” realizzati (completati) sono quattro: il parco di Villa Trenti (la biblioteca); il parco dei sogni (via della Pace); il parco degli gnomi (contiguo alle scuole elementari I.Calvino di Brodano); il parco di via Cimarosa (contiguo alle scuole elementari A.Moro).

giardino-del-ventoLa seconda osservazione riguarda il gap che ancora oggi registriamo tra investimenti (di alta qualità) e manutenzioni ordinarie (che necessitano di essere ulteriormente potenziate). Ogni intervento di qualificazione, alzando il livello qualitativo di intervento, rende necessarie più risorse per la manutenzione, affinché il livello qualitativo originario possa essere mantenuto nel tempo. In una situazione di tagli forzati alle risorse degli enti locali questo impegno crescente alla manutenzione ordinaria (spesa corrente) è tutt’altro che facile da conseguire, ma è comunque fondamentale se si vuole garantire alla città uno standard elevato del verde pubblico e dunque un’alta qualità della vita. L’idea del “patto” per il verde pubblico, in questo caso declinato a livello di quartiere o di area, potrebbe anche servire a mobilitare risorse del “volontariato” per la cura e la manutenzione del verde pubblico o la sorveglianza dei parchi. E’ indubbio, però, che per fare questo occorre sperimentare nuove modalità di mobilitazione e partecipazione civica. Un percorso che, sebbene identificato da tempo, non ha ancora trovato una adeguata implementazione.

Annunci

One Response to Central Park a Vignola. Un nuovo parco urbano in via di Mezzo

  1. Maria Luisa ha detto:

    Mi sembra un progetto ottimo e ambizioso e sono pienamente d’accordo quando dici che è fondamentale, dopo l’investimento e la qualificazione, investire altrettanto sulla manutenzione. Ho presenti alcuni parchi – ad esempio quello della “vecchia Coop” – che versano in condizioni veramente pietose e invitano alla diserzione. Un saluto, Maria Luisa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: