Bazzano città del CUBO

Lunedì 29 novembre il consiglio comunale di Bazzano ha approvato (con il voto favorevole dei consiglieri PD; quello contrario della lista Civicamente Bazzano e delle altre opposizioni) un accordo di programma finalizzato a consentire alla società ILIP di costruire quello che è stato definito un “eco-mostro”. Si tratta di un capannone delle dimensioni 100×60 metri (più di un campo da calcio) per 30 metri di altezza, destinato ad ospitare un moderno magazzino automatizzato. Un parallelepipedo imponente che andrà a “marcare” il territorio.

Per realizzare la nuova struttura è prevista una deroga alle norme del PRG (il Regolamento edilizio prevede un’altezza massima di 10 metri sul territorio comunale di Bazzano). Inoltre è previsto l’abbattimento di un Mulino (uno dei tre Mulini Tanari, in territorio di Bazzano, ma in prossimità del confine con il comune di Savignano) classificato come bene storico e testimoniale e lo spostamento dell’alveo del Canale Torbido, opera idraulica che risale al 1200. Ovviamente l’accordo monetizza a vantaggio dell’amministrazione comunale il beneficio derivante al privato dalla deroga alle norme urbanistiche esistenti. E, sempre ovviamente, l’operazione è giustificata anche dal punto di vista “produttivo” e occupazionale. Però si “consuma” territorio. Anzi, di più. Si consuma un monumento storico ed un pezzo di paesaggio significativo, per collocarvi una struttura dal forte impatto ambientale. E’ assolutamente legittimo avanzare dubbi, perplessità, riserve, contrarietà. E’ assolutamente legittimo chiedere una revisione del progetto. E’ assolutamente legittimo chiedere che le trattative con ILIP vengano condotte in modo trasparente (ma l’impressione è che qui, come spesso avviene, si sia raggiunto l’accordo precedentemente e lo si porti in consiglio comunale per la semplice ratifica, considerandolo “blindato” – e d’altro canto quando il privato ha già acconsentito ad un accordo è difficile convincerlo dell’opportunità di rivederlo). Qui le considerazioni della lista di cittadini Civicamente Bazzano (vedi) e del Comitato Bazzanese Ambiente Salute (vedi).

... quasi sempre (foto del 28 aprile 2010; Stazione Centrale Bologna)

2 Responses to Bazzano città del CUBO

  1. ambientesalutebazzano ha detto:

    il problema è che vogliono convincerci di avere DAVVERO fatto il bene della comunità e per questo sono usciti con un numero speciale de “il Taglio”

  2. sandro bonvicini ha detto:

    pur abitando a Castelletto credo che questo eterno prevaricare quello che conta: il passato, l’ambiente, il libero pensiero per l’interesse privato ed immediato, ucciderà questo mondo e lascierà ai nostri figli solo sabbia fra le dita…ed a noi solo povertà mentale ed aridità..non c’è scampo per chi pensa …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: