Il traffico a Vignola: situazione attuale e simulazione a Pedemontana aperta

Nel consiglio comunale del 7 febbraio scorso l’Ing. Federico Rupi dell’Università di Bologna ha presentato i risultati dello studio sul traffico vignolese. I principali problemi del traffico a Vignola sono dovuti all’alto livello di congestione, all’elevata presenza di mezzi pesanti, al consistente “traffico di attraversamento” (ad esempio mezzi che dovendosi spostare lungo la direttrice Bologna-Sassuolo oggi sono tenuti ad attraversare il centro di Vignola). L’indagine, realizzata nel maggio 2007 si è svolta sia mediante rilevatori automatici, sia mediante la somministrazione di un questionario agli automobilisti. Su via Ponte Muratori, ad esempio, sono state rilevate punte di oltre 2.000 veicoli in transito all’ora (26.000 gli automezzi complessivi al giorno, di cui il 5% circa di veicoli pesanti). Leggermente inferiore il traffico su via Circonvallazione dove si raggiungono punte di circa 1.800 veicoli all’ora (21.500 automezzi al giorno di cui il 10-11% di mezzi pesanti). Dalle interviste è emerso che il principale motivo dello spostamento in auto è il lavoro (72% dei casi), il trasporto dei figli a scuola (10%), l’effettuazione di acquisti (5%). Il coefficiente di occupazione è pari a 1,3 persone ogni veicolo (simile al valore medio nazionale).
Lo studio ha consentito anche di evidenziare le “caratteristiche prestazionali” della rete urbana e le relative criticità, grazie al calcolo dei “livelli di servizio” di alcune intersezioni. Particolarmente critiche sono tutte le principali intersezioni di via Circonvallazione, oltre agli incroci tra via M.Pellegrini e Corso Italia, tra via A.Plessi e Corso Italia, tra via C.Battisti e via G.B.Bellucci. Lo studio assegna a queste intersezioni il livello di servizio E-F (lo “score” più negativo). Molto interessante la simulazione proposta (riferita al 2012). Lasciamo perdere il primo scenario che assume poco realisticamente che non aumenti il numero dei mezzi circolanti. Il secondo scenario, invece, assume un incremento dei mezzi in circolazione dovuto all’incremento dei residenti (+1,5% anno per le autovetture; +1,7% annuo dei mezzi pesanti) e che siano realizzate diverse opere aggiuntive alla Pedemontana (che dovrebbe essere aperta entro il 2008): raccordo Pedemontana-Garofolana, collegamento tra via dell’Artigianato e via per Sassuolo, rotatoria tra via Garofolana e via Ca’ Barozzi, rotatoria tra via per Spilamberto e via Plessi, rotatoria tra via Ca’ Barozzi e via Circonvallazione, rifasatura delle intersezioni semaforizzate. In tal caso rispetto allo stato attuale si avrebbe una riduzione del traffico su via Ponte Muratori direzione Nord (-30%) e su via per Spilamberto (-24% direzione Nord; -13% direzione Sud). Più controverso l’impatto su altre direttrici: via Circonvallazione (-24% in direzione Nord tra via per Sassuolo e via Barella; + 12% in direzione Nord tra via Castelvetro e via per Sassuolo) e via M.Pellegrini (-16% in direzione Nord; +34% in direzione Sud – un incremento, questo, conseguente alla localizzazione del nuovo Polo scolastico). L’evoluzione può essere rappresentata sinteticamente ricorrendo a due indicatori di rete: il tempo di percorrenza passerebbe da 20.984 minuti a 16.806 minuti (-20% nel 2012 rispetto al 2007); il tempo di attesa (in sosta al semaforo o ad un incrocio) da 17.814 a 11.469 (-35,6%). E’ significativo il fatto che il decremento maggiore lo si avrebbe sui “tempi morti”, evidentemente grazie alla realizzazione di rotatorie, più che sui tempi di percorrenza. In ogni caso il beneficio è evidente in termini di riduzione delle emissioni inquinanti!
Due osservazioni. In primo luogo lo studio assume che il numero di automobili per residente sia stabile nel tempo (oggi abbiamo 651 automezzi ogni 1.000 residenti – dato riferito a Modena: IV rapporto Apat sulla qualità dell’ambiente urbano presentato l’11 marzo 2008). Potrebbe invece verificarsi, anche solo nel giro di 5 anni, un ulteriore incremento. In secondo luogo non tiene conto della (probabile) realizzazione di nuova urbanizzazione residenziale e soprattutto commerciale nell’area ex-Sipe. Un ulteriore incremento del traffico?

Indicatori di rete (2007-2012)

4 Responses to Il traffico a Vignola: situazione attuale e simulazione a Pedemontana aperta

  1. Marcello ha detto:

    La situazione del traffico è pesante, e l’apertura della pedemontana sarà una boccata di ossigeno. Purtroppo non basterà, alcuni punti critici come l’incrocio via Pellegrini / Corso Italia potranno migliorare significativamente solo con soluzioni drastiche. Vignola è una città troppo costruita e ancora molto focalizzata su direttrici centripete. Bisognerebbe, tanto per dare l’idea, creare un “centro 2” fra il cimitero e la tangenziale per alleggerire il “centro 1”.

  2. Andrea Paltrinieri ha detto:

    L’apertura della Pedemontana, prevista entro il 2008, migliorerà certamente la situazione del traffico a Vignola, specie riducendo il traffico di attraversamento. Altri interventi sono stati realizzati in questi anni: in primo luogo il nuovo Piano Urbano del Traffico (PUT) realizzato dall’Arch. Gandino, uno dei massimi esperti nazionali di mobilità urbana. In effetti dobbiamo al nuovo PUT il “fiorire” di rotatorie nei principali incroci di Vignola. Penso che tutti noi possiamo riconoscere che in tal modo la situazione è migliorata. Altri interventi sono già programmati od in corso di realizzazione: penso soprattutto all’allargamento di via Garofolana. Rimane però un ambito in cui occorre fare di più: disincentivare l’uso del mezzo privato o, meglio, incentivare l’uso di mezzi alternativi. Per questo occorre: (1) un nuovo Piano della sosta (su cui l’amministrazione è al lavoro dal 2006, ma ad oggi senza risultati tangibili); (2) la sperimentazione di un servizio di trasporto pubblico locale (minibus o bus a chiamata); (3) la promozione dell’uso della bici (bene le ciclabili, occorrono però le rastrelliere in giro per la città). Ed altre cose del genere.

  3. Francesco ha detto:

    Qualcuno mi sa dire quale software è stato utilizzato per eseguire la simulazione?
    Thanks!

  4. Andrea Paltrinieri ha detto:

    Ciao Francesco, la tua è una domanda che va posta all’Ing. Rupi dell’Università di Bologna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: