Nuova briglia con centrale idroelettrica sul fiume Panaro

2 giugno 2012
Z_Foto 2apr2010 041

La nuova traversa in alveo in corso di realizzazione (foto del 2 aprile 2010)

Nell’estate 2009 prendeva il via il cantiere per la realizzazione della nuova traversa in alveo nel fiume Panaro, a valle del ponte della ferrovia, a Vignola, dopo che la precedente era miseramente crollata nell’autunno del 2005, prima ancora di essere ultimata (vedi)! “Ripristino della briglia fluviale sul fiume Panaro in località Casella con realizzazione di una centrale idroelettrica – Atto di determina dirigenziale n. 007195 del 20-06-2008 – Regione Emilia-Romagna” – così recitava il cartello apposto sul cantiere. Nell’estate del 2011 i lavori sono terminati. La briglia è stata completata senza inconvenienti (è stato interessante seguire il modo in cui è avvenuta la fase realizzativa più delicata, quella dell’inverno 2010, in cui il cantiere doveva convivere con il fiume in piena) e la centrale idroelettrica è ora in funzione. La slideshow consente di ripercorrere la realizzazione dell’opera, a partire dal crollo della “nuova” traversa nel novembre 2005, sino a marzo 2012 (qui su flickr).

Leggi il seguito di questo post »


Briglia su briglia. Cosa succede al fiume?

17 ottobre 2009

Da alcuni mesi è operativo un grande cantiere a valle del ponte della ferrovia, sul fiume Panaro. Un cartello ai margini dell’area di cantiere informa: “Ripristino della briglia fluviale sul fiume Panaro in località Casella con realizzazione di una centrale idroelettrica – Atto di determina dirigenziale n. 007195 del 20-06-2008 – Regione Emilia-Romagna”. Committente è la società Centro Elettrica Spa di Salò (BS). Durata dei lavori: 450 giorni. Anche oggi, sabato 17 ottobre, il cantiere è attivo, diversi mezzi e numerosi operai sono al lavoro. Dunque si lavora per il ripristino della traversa in alveo travolta dalla piena del fiume nel novembre 2005 – un intervento che consentirà di mettere in sicurezza in modo definitivo anche il ponte della ferrovia (uno dei piloni era stato ampiamente scoperto dall’erosione del fiume: vedi). Anzi, l’intervento consentirà di realizzare, oltre alla traversa, anche una centrale idroelettrica (e di produrre così energia pulita). Rimangono però da rimarginare le ferite inferte al fiume in questi anni di incuria e disastri: l’abbattimento della traversa nel 2005 ha portato ad una profonda erosione del letto del fiume che si è abbassato di parecchi metri. Oggi, proprio in prossimità del ponte della ferrovia, il fiume è incanalato in profondi canyon che lo rendono assai meno sicuro che in passato (per i cittadini che volessero frequentarlo). Proviamo a ricostruire questa vicenda (prevalentemente con l’aiuto della stampa, visto che gli atti ufficiali non sono facilmente accessibili, seppure con qualche eccezione; qui c’è una foto aerea dell’area, del 2008, ottenuta dal SIT dell’Unione Terre di Castelli).

Vodpod videos no longer available. Leggi il seguito di questo post »


L’erosione del fiume Panaro mette a rischio il ponte della ferrovia

24 Maggio 2009
L'erosio del fiume Panaro ha raggiunto uno dei piloni del ponte della ferrovia (foto del 24 maggio 2009)

L'erosione del fiume Panaro ha raggiunto uno dei piloni del ponte della ferrovia (foto del 24 maggio 2009)

Uno sguardo al ponte della ferrovia tra Vignola e Savignano, oggi alle 15 mentre rientro in bicicletta dalla giornata di festa del gruppo scout dei miei figli, pochi km più in là. Risulta evidente che l’erosione del fiume è arrivata a filo di uno dei piloni del ponte. Leggi il seguito di questo post »