Teatro Ermanno Fabbri di Vignola. Qualche riflessione in vista dell’imminente inaugurazione

11 settembre 2010

Il nuovo teatro di Vignola, intitolato ad Ermanno Fabbri, verrà inaugurato venerdì 1 ottobre. Giunge così a compimento un percorso di almeno dieci anni, visto che il progetto di “ristrutturare” l’ex-Cinema Ariston (proprietà Bagnoli) e farne un teatro nasce alla fine degli anni ’90 con il sindaco Gino Quartieri. Il progetto è stato quindi portato avanti in modo decisivo dall’amministrazione Adani e giunge ora in porto sotto la nuova amministrazione. Nella Relazione previsionale e programmatica per l’anno 2000 il sindaco Adani scriveva: “Ad inizio 2000 si concluderà la procedura di acquisizione dell’Ariston al patrimonio comunale e con questo si sarà fatto il primo fondamentale passo per restituire a Vignola una struttura che abbia la duplice veste di cinema e teatro” (p.38). Proseguiva quindi auspicando che nell’operazione entrassero soggetti privati, “privati che intendano impegnarsi nell’acquisto e ristrutturazione della struttura” ed “associazioni che si propongano per la gestione, ruolo che non è certo tra le finalità proprie dell’ente, facendo in modo di catalizzare attorno all’Ariston energie ed iniziative.” I tempi si sono rivelati assai più lunghi del previsto. La complessità dell’operazione superiore alle aspettative. Le sorprese e gli incidenti di percorso più del normale. Sono infatti occorsi dieci anni di impegnativo “lavoro” per arrivare, finalmente, alla concretizzazione del progetto: avere funzionante un nuovo teatro a Vignola. Leggi il seguito di questo post »