La natura violata. Sito gravemente inquinato a Solignano Nuovo (Ex Frattine), di Roberto Monfredini

8 agosto 2014

La sensazione è quella della morte. Dell’inoltrarsi per una selva oscura. Camminare in un cimitero di alberi e di natura  malata. Non si ode un canto di uccello sui rami, anche se è maggio. Non si vede uno storno. Non si vede un airone andare a bere nell’acqua apparentemente limpida, ma mortale, del torrente Tiepido. Non si ode un canto a squarciagola di un usignolo. Non si vede uno scoiattolo arrampicarsi su di un ramo. Nessuno vuole vivere in questo luogo. Si sono passati voce, gli animali: qua si muore, muoiono i beghi filtratori, muoiono gli insetti, muoiono i pesci. Si vede ad occhio la vegetazione che si interrompe, per riprendere dopo alcune centinaia di metri a monte. Leggi il seguito di questo post »


Fine vita tra gli inquinanti? Un hospice a Solignano di Castelvetro, di Roberto Monfredini

4 giugno 2013

Apprendo da notizie di stampa, dalla registrazione del Consiglio comunale, e dalla delibera in merito, che vi è l’intenzione di realizzare un hospice a Solignano di Castelvetro. Data la delicatezza della tipologia  di struttura da realizzare sorgono alcune domande e riflessioni innanzitutto sulla sua localizzazione, che avverrebbe all’interno di una delle aree più inquinate del nostro territorio. Insomma, proprio lì? Perché? Leggi il seguito di questo post »