Uno sguardo da osservatore sulle primarie del PD di Vignola

31 gennaio 2009

Vorrei provare a commentare da osservatore (non disinteressato, ma comunque nel modo più oggettivo possibile) il risultato delle primarie del PD di Vignola ed in particolare la vittoria di Daria Denti (con 829 voti) su Luca Gozzoli (768 voti). Ho sostenuto Luca Gozzoli perché, conoscendo entrambi i candidati da dieci anni, lo ritenevo migliore per ricoprire il ruolo di sindaco di Vignola. Questo mio essere schierato non mi impedisce però, così almeno spero, di poter leggere “oggettivamente” il risultato che ci hanno consegnato le urne delle primarie. In un successivo commento, invece, proverò ad interpretare politicamente le primarie vignolesi, esprimendo la mia visione di partecipante fortemente coinvolto. Leggi il seguito di questo post »


Daria Denti candidato sindaco del PD per Vignola

26 gennaio 2009

1.627 i partecipanti alle primarie del Partito Democratico di Vignola (pari al 67,4% dei votanti alle primarie del 14 ottobre 2007). Di questi 829 hanno votato per Daria Denti, 768 per Luca Gozzoli, più 30 schede bianche o nulle (1,8%). Daria Denti ottiene dunque il 51,9% dei voti validi, Luca Gozzoli il 48,1%. Rimango convinto che Luca Gozzoli fosse il migliore candidato, ma prendo atto dei numeri. Buon lavoro Daria!


Primarie del PD di Vignola: come e dove si vota

25 gennaio 2009

Oggi, 25 gennaio 2009, si tengono le primarie del Partito Democratico di Vignola per la scelta del candidato a sindaco, tra Luca Gozzoli e Daria Denti. Si vota dalle 8.00 alle 22.00. Leggi il seguito di questo post »


Questa città ha bisogno di intelligenza emotiva. Scegli Luca Gozzoli!

24 gennaio 2009

Per lungo tempo il concetto di intelligenza è stato ostaggio delle scienze cognitive, tanto che alla fine essa è risultata identificata con ciò che si misura con i test QI. Sono gli studi di Howard Gardner che hanno richiamato l’attenzione sull’importanza di riconoscere che l’intelligenza è un concetto multidimensionale, ovvero che è opportuno parlare di intelligenze multiple. Daniel Goleman ha quindi esplorato la possibilità di parlare di “intelligenza delle emozioni”, ovvero di intelligenza emotiva. Anche in questo caso si tratta di capacità o abilità, seppure non di tipo cognitivo (ovvero conoscitivo), bensì “relazionale”. Leggi il seguito di questo post »