Nuova sede della Pubblica Assistenza Vignola nell’area del “polo della sicurezza”

14 aprile 2013

Il primo edificio “pubblico” ad essere realizzato all’interno del “polo della sicurezza” non sarà la pur da tempo annunciata caserma dei Vigili del Fuoco (con annessa sede di Protezione civile e Polizia Municipale), visto che questa è oramai slittata al 2014 (o magari anche oltre – qui un’appunto sul progetto – vedi – e sulle tribolazioni progettuali: vedi). Sarà invece la nuova sede della Pubblica Assistenza di Vignola. L’associazione, sorta nel 1981 (vedi), potrà infatti nel volgere di pochi mesi dare il via al cantiere per la realizzazione della nuova sede, superando l’inadeguata sistemazione di oggi all’interno del vecchio mercato ortofrutticolo. Tutto ciò grazie ad un accordo con l’amministrazione comunale di Vignola, all’ordine del giorno nella seduta consiliare del 26 marzo scorso ed approvato all’unanimità. Il progetto è infatti del tutto condivisibile, anche e soprattutto per la localizzazione – come non lo è invece quella della nuova sede AVIS (vedi). Semmai essa rende evidente che si è persa l’occasione di organizzare in modo integrato la sede di due delle più importanti associazioni del volontariato sanitario della città. Leggi il seguito di questo post »


Polo della sicurezza. Ribaltone delle idee da parte della giunta Denti

11 ottobre 2012

La disinvoltura con cui l’amministrazione Denti ribalta le proprie posizioni è davvero sorprendente. Lo abbiamo già visto con la gestione dei rifiuti: a zig-zag, prima in una direzione (cassonetti), poi in quella contrapposta (porta a porta) – sempre che alle parole seguano i fatti (vedi). Un nuovo eclatante esempio è dato dal “polo della sicurezza”. Un progetto ereditato dall’amministrazione Adani (vedi) e che sotto l’amministrazione Denti ha già fatto un paio di “giravolte” progettuali. Illuminante è il confronto delle posizioni di oggi con quelle espresse nella primavera 2010, quando si accese una prima forte discussione sul progetto tra amministrazione e minoranze consiliari. Allora la spesa di 7-8 milioni di euro era ritenuta congrua, anzi indispensabile, ed il progetto prevedeva un piano interrato (ora eliminato) ed includeva la sede della Pubblica Assistenza-AVAP (anche questa ora stralciata). E le opposizioni che avanzavano perplessità o critiche su questi aspetti erano tacciate di demagogia. Due anni e mezzo dopo quelle posizioni “demagogiche” sono fatte proprie dall’amministrazione comunale. Un po’ di memoria storica, dunque, aiuta a comprendere le tortuosità di questo progetto. Ed il modo di operare dell’amministrazione. Leggi il seguito di questo post »


Il Polo della sicurezza va avanti, seppur adagio e perdendo pezzi

9 ottobre 2012

Una mega-seduta di commissioni consiliari (Unione Terre di Castelli più quelle comunali) si è tenuta questa sera a Spilamberto, presso lo spazio eventi L.Famigli, per presentare il progetto del “Polo della sicurezza” dell’Unione Terre di Castelli, da ubicarsi a Vignola, in un’area all’incrocio tra via Circonvallazione e via per Sassuolo. Il progetto risale alla legislatura scorsa – era ancora l’epoca dell’amministrazione Adani. A fine 2008 il primo atto importante: l’approvazione del Piano particolareggiato di iniziativa pubblica denominato “Polo Sicurezza e Protezione Civile”. Il progetto allora prevedeva una sorta di piccola “cittadella” in cui far confluire una pluralità di funzioni: caserma dei Vigili del Fuoco, caserma dei Carabinieri, sede della Polizia Municipale, della protezione civile e di associazioni di volontariato (tra cui AVAP), magazzino comunale, una palestra (anche a servizio dell’allora ipotizzato vicino nuovo “polo scolastico”) (vedi). Questo ambizioso progetto è stato più volte ridimensionato: prima accorpando diverse funzioni in un unico edificio. Poi ridimensionando ulteriormente l’intervento, con l’eliminazione della sede AVAP. L’unico edificio di cui si ragiona oggi mantiene dunque tre diverse funzioni: sede dei Vigili del Fuoco, della Protezione civile, del corpo unico della Polizia Municipale dell’Unione Terre di Castelli (da cui però si è sfilato il Comune di Savignano). Di questo si è parlato stasera in commissione.

Rendering della nuova sede dei Vigili del Fuoco, Polizia Municipale, Protezione Civile – quello che resta del “polo della sicurezza” (vista da Nord, da via per Sassuolo).

Leggi il seguito di questo post »


Polo della sicurezza: cosa succede?

30 agosto 2012

In questi giorni su alcuni quotidiani locali (Gazzetta di Modena e Modena Qui) è stata data la notizia delle difficoltà che sta incontrando il progetto del Polo della sicurezza di Vignola (vedi). “Sul Polo della sicurezza si riparte da zero”, scrive Modena Qui del 29 agosto 2012 (p.15). Non so se è effettivamente così, ma certo sono sorte difficoltà “impreviste” – o forse facilmente prevedibili vista la conduzione politica del progetto. Da tempo sappiamo che l’originario progetto, articolato in più strutture e più servizi, è stato abbandonato (vedi). Ma adesso anche l’unico edificio che l’amministrazione Denti si era impegnata a realizzare non solo perde dei pezzi (è certo che non ospiterà, come inizialmente previsto, la nuova sede dei volontari della Pubblica Assistenza), ma sembra destinato a slittare temporalmente al di fuori di questa legislatura. Cosa succede dunque? Le notizie sono frammentarie. Come sempre succede sembra debbano essere “estorte” all’amministrazione Denti. Ed in effetti così è andata anche questa volta, visto che l’amministrazione ha fornito informazioni solo rispondendo (peraltro parzialmente e con 4 mesi di ritardo!) ad un’interrogazione del gruppo consiliare Vignola Cambia. Che appunto su quest’opera vorrebbe vederci chiaro. Leggi il seguito di questo post »


Polo per la sicurezza e la Protezione civile. Un importante passo in avanti

6 gennaio 2009
vista est

Nuovo Polo per la Sicurezza e la Protezione civile: vista est

Con la deliberazione n.77 del 4 dicembre 2008 il Consiglio comunale di Vignola ha provveduto all’adozione del Piano particolareggiato di iniziativa pubblica denominato “Polo Sicurezza e Protezione Civile”, ubicato in via per Sassuolo, all’altezza della rotatoria all’incrocio con via Circonvallazione (quella con la fontana a getto, per intenderci). E’ questo un progetto di grande importanza per la città, volto a creare una sorta di “cittadella della sicurezza” – un’area in cui concentrare, in nuovi edifici, la sede della protezione civile, dei vigili del fuoco, della polizia municipale, dei Carabinieri, del nuovo magazzino comunale e di diverse associazioni di volontariato (tra cui la Pubblica Assistenza – Avap), unitamente ad un “centro servizi e commerciale” di proprietà privata. Leggi il seguito di questo post »