Mercoledì 14 novembre Guido Viale a Vignola

13 novembre 2012

Mercoledì 14 novembre, ore 20.30 al Teatro Cantelli di Vignola, Guido Viale parlerà del nostro futuro. Ovvero, di uno dei possibili futuri per l’Italia ed i suoi cittadini. “Un’altra economia” – questo il titolo dell’incontro promosso dal Coordinamento delle liste civiche di Modena e Bologna in collaborazione con Attac Italia (vedi). Economista, esperto di questioni ambientali (si è occupato di rifiuti e di mobilità: vedi), sostenitore della necessità di una “conversione ecologica” della società (vedi), Guido Viale è uno dei critici più severi del Governo Monti che proprio in questi giorni compie un anno di vita. E proprio in questi giorni, opportunamente, si tenta un bilancio di questa esperienza.

Guido Viale (a destra) alla presentazione bolognese del suo libro “La conversione ecologica” (foto del 26 giugno 2011)

Leggi il seguito di questo post »


Tra il dire e il fare … Rimane bassa la spesa per “manutenzioni e ristrutturazioni” destinata alle aziende locali

22 giugno 2012

Per il tessuto produttivo sono previsti “circa 1.500.000 € di investimenti in manutenzioni e ristrutturazioni a sostegno delle imprese della filiera dell’edilizia locale”. Così sindaco e giunta annunciavano nelle primissime pagine della Relazione Previsionale e Programmatica dell’anno 2010. Impegno che trovate enunciato a pagina 5, nella sezione dove si annunciano interventi di contrasto della crisi economica. E l’amministrazione comunale annunciava un pacchetto di 2 milioni di euro, di cui appunto 1,5 milioni derivanti da “manutenzioni e ristrutturazioni”, a beneficio delle attività economiche locali. Che ne è stato di quell’intervento? E’ stato realizzato? Era solo fumo o c’era anche l’arrosto? Giusta la prima. L’idea dell’amministrazione comunale di “indirizzare” le spese per “manutenzioni e ristrutturazioni” a beneficio delle imprese locali non ha prodotto i risultati “annunciati”. Leggi il seguito di questo post »


Crisi occupazionale e politiche anticrisi nell’Unione Terre di Castelli

27 settembre 2010

A fine aprile 2010 le persone in cerca di lavoro iscritte ai Centri per l’impiego della provincia di Modena erano 16.208, 1.500 in più rispetto al dato 2009 (vedi). Crescono ancora, quindi, le persone disoccupate ed in cerca di un lavoro, segno che la crisi economica non ha affatto esaurito i suoi effetti negativi sul piano occupazionale. Crescono ugualmente i lavoratori in mobilità: alla fine del primo trimestre 2010 erano 8.300; 500 in più rispetto alle iscrizioni di fine 2009 (con 1.700 nuovi ingressi). Dunque la crisi economica manifesta tuttora le sue conseguenze negative sul mercato del lavoro. Conseguenze che, secondo alcuni, si accentueranno nel secondo semestre 2010 per l’esaurirsi dell’impiego degli ammortizzatori sociali. Per fronteggiare questa situazione l’Unione Terre di Castelli, come altri territori, ha previsto misure straordinarie di sostegno alle famiglie, con il cosiddetto “piano straordinario anticrisi” (vedi). Interrogarsi sull’efficacia di queste misure è d’obbligo, anche se la documentazione prodotta dagli “enti erogatori” non da molto l’idea di un interesse forte a riflettere ed a valutare l’adeguatezza di queste misure. Nel presentare alcuni dati mi servo della documentazione fornita in risposta ad un’interrogazione consiliare formulata dalla lista di cittadini Vignola Cambia. Leggi il seguito di questo post »