Rilanciare la qualità del centro storico, dice Scurani. Ma in questi cinque anni dov’era?

22 febbraio 2014
Qualche decina di tubi in plastica, un residuo del cantiere del 2008. Un arredo di qualità del centro storico? (foto del 5 ottobre 2013)

Qualche decina di tubi in plastica, un residuo del cantiere del 2008. Un arredo di qualità del centro storico? (foto del 5 ottobre 2013)

A me sembra difficilmente contestabile che le politiche (sic) per il “centro storico” siano uno dei fallimenti più evidenti dell’amministrazione Denti. I problemi che il centro storico di Vignola aveva nel 2009 sono ancora tutti lì anche oggi, nel 2014. L’unica iniziativa tangibile dell’amministrazione è stata la sostituzione delle fioriere! Anzi, a ben vedere il quadro è ulteriormente peggiorato grazie alle modalità di manutenzione disposte dall’amministrazione (o alla sistematica non-manutenzione). Che Mauro Scurani, assessore, pensi di accompagnare la sua candidatura a sindaco con qualche slogan sul “rilanciare la qualità del centro storico“ è surreale. Io vorrei chiedergli: come pensi di essere credibile nel proporti ora come candidato sindaco? Leggi il seguito di questo post »


Quei gentlemen che accompagnano Mauro Scurani nel cammino verso le primarie PD

10 febbraio 2014
Ecco il "gruppo di volontari che accompagna Mauro Scurani nel cammino verso le primarie". Tutti gentlemen? (foto dell'8 febbraio 2014)

Ecco il “gruppo di volontari che accompagna Mauro Scurani nel cammino verso le primarie”. Tutti gentlemen? (foto dell’8 febbraio 2014)

Uno degli aspetti che mi suscita più perplessità nella candidatura di Mauro Scurani è la gente di cui si è circondato. La cerchia dei suoi più stretti “collaboratori”. Proprio quel “gruppo di volontari che lo accompagna nel cammino verso le primarie” e che appartengono in larga parte al “cerchio magico” del sindaco uscente. Forse non tutti  gentlemen. Ed anche quanto a contributi d’idee è lecito dubitare. Comunque, Mauro è persona che conosco da tempo e che stimo, anche se il mio giudizio sull’amministrazione Denti (di cui è parte) è molto severo. Peraltro posso dire di avere un rapporto di amicizia con tutti e tre i candidati alle primarie PD (qui info essenziali sulle primarie PD: vedi). Ma io non prenderò parte alle primarie del PD vignolese per la scelta del candidato sindaco. Sono da tempo impegnato, a livello locale, in una diversa impresa: restituire alla città quel “buon governo” che è mancato in questi anni offrendo un diverso punto di vista sulle vicende vignolesi, cercando di dare più “potere” ai cittadini e dunque partecipando all’impegno della lista civica Vignola Cambiademocrazia, solidarietà, ambiente (vedi). Leggi il seguito di questo post »


Festa degli alberi o festa agli alberi? Il cattivo marketing ambientale dell’amministrazione Denti.

1 novembre 2011

“Intorno a questa festa, per questo secondo anno, siamo riusciti a costruire un bel programma di iniziative”: come ad esempio l’evento “Dal fusto al truciolo”. La mostra “Segature”. E il mercatino del legno di tiglio per camino. Sono alcuni degli eventi della settimana “Alberi e città” del comune di Vignola, in programma dal 5 al 12 novembre. Scherzo. Ma non troppo. Non tanto sul programma, che potete vedere qui (pdf). Ma sul senso dell’iniziativa di un’amministrazione che con gli alberi non scherza, come abbiamo visto in questa prima metà della legislatura. Ricordiamo i principali “eventi”: 56 alberi tagliati nel 2009 sui viali alberati in città; circa 40 sulla salita del “Gessiere” (vedi); 27 tigli in via Barella (vedi); circa 30 nell’area del “dancing” al Castello (vedi); alcuni esemplari di “bagolari” su Viale Vittorio Veneto (vedi) e, da ultimo, due “bagolari” in testa a viale G.Mazzini (vedi). Adesso hanno annunciato il taglio di 25-30 tigli in via Libertà (vedi). Certo, ne sono anche stati piantati di alberi. E’ stata ripristinata la pratica, prescritta per legge, di un albero per ogni nuovo nato (vedi). Il risultato lo potete vedere al “Parco dei nuovi nati” (quello sulla sommità della salita del Gessiere, lungo la strada per Castelvetro): delle piantine praticamente invisibili sono state messe a dimora in diversi punti (peraltro senza un progetto complessivo) ed una parte di queste si sono seccate in quest’estate calda e secca (visto che il personale del servizio verde pubblico era impiegato ad affiggere i festoni di Bambinopoli, piuttosto che dar acqua agli alberi). Altri alberi sono morti nelle poco curate zone di verde pubblico della città, anche in questo caso per mancanza di acqua e manutenzione. Che questa conduzione del verde pubblico venga ad essere celebrata con la “festa degli alberi in città” è davvero stupefacente. Leggi il seguito di questo post »