Una festa medioevale a Bologna. La festa della porchetta

26 ottobre 2014

Alla bona Porcellina, Sù sù tutti a chi ne vole, Venga via senza parole, Che l’è cotta in la cucina, Alla bona Porcellina.” Inizia così un poemetto “pop” di Giulio Cesare Croce (1550-1609), “cantastorie” originario di San Giovanni in Persiceto, dedicato alla “festa della Porchetta” (o della Porcellina), una festa bolognese che si celebrava il 24 agosto, in occasione della ricorrenza di San Bartolomeo. La festa è testimoniata dal XIII secolo. L’ultima celebrazione fu quella del 24 agosto 1796. Dopo di allora, con la perdita di potere del Senato bolognese, conseguenza della dominazione francese (l’esercito “rivoluzionario” era entrato in città il 20 maggio 1796), la festa non fu più celebrata. Anche tra i cittadini bolognesi sono in pochi a sapere dell’esistenza della medioevale “festa della porchetta”. Una festa di “lunga durata” (almeno seicento anni) che ci dice cose interessanti sulla società medioevale e della prima età moderna, non solo bolognese. Leggi il seguito di questo post »

Annunci