Qualche tribolazione imprevista sulla linea ferroviaria Vignola-Bologna

4 novembre 2016

Effetto farfalla su molte linee ferroviarie regionali, tra cui anche la Vignola-Bologna. Il gravissimo incidente avvenuto a luglio su una linea ferroviaria in Puglia (vedi) ha spinto il governo ad una maggiore severità nelle regole della circolazione ferroviaria sulle linee regionali. Un Decreto Ministeriale del 5 agosto scorso ha disposto il passaggio di competenze dall’USTIF all’ANSF (Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie) in materia di sicurezza ferroviaria per tutta la rete ferroviaria locale interconnessa alla rete nazionale. La nuova agenzia richiede il rispetto di norme più restrittive: in particolare le linee ferroviarie non provviste di dispositivi di sicurezza evoluti (SCMT, ovvero Sistema Controllo Marcia Treno) – come è anche la linea Vignola-Bologna (sulla nostra linea è in corso di installazione, procedura che terminerà nel 2017) – sono tenute ad adottare misure cautelative che ne limitano la velocità (ed altro). A seguito di una nota emanata dall’ANSF il 19 ottobre è di 70 km/h la velocità massima consentita sulle linee regionali gestite da FER fino alla conclusione dell’attrezzaggio di sicurezza in corso. Il provvedimento ha rilevanza per il tratto Vignola-Casalecchio (di competenza FER) visto che in alcuni segmenti il treno raggiungeva i 90 km/h. Leggi il seguito di questo post »


La ferrovia Vignola-Bologna avrà un futuro radioso. Ma ha un presente disastroso

4 ottobre 2012
Z_Foto 20set2012 014Foto 2ago2012 056Foto 9giu2012 026Foto 2mag2012 013Z_Foto 20set2012 PL Vignola 008Foto 20set2012 PL Vignola 009
Foto 16lug2012 012Z_Foto 16lug2012 014Foto 16lug2012 020Foto 2ago2012 062Foto 2ago2012 067Foto 17lug2012 039
Foto 17lug2012 040Foto 17lug2012 044Foto 17lug2012 046Foto 17lug2012 051Foto 17lug2012 059Foto 17lug2012 065
Foto 3ott2012 014Foto 3ott2012 026Foto 3ott2012 Casalecchio Palasport 010Foto 20set2012 001Foto 20set2012 Bologna 005Foto 3ott2012 004

Ferrovia Vignola-Bologna (luglio-ottobre 2012), un set su Flickr.

La vicenda della ferrovia Vignola-Bologna è un caso da manuale e spero che prima o poi qualcuno ci faccia una bella ricerca e ci scriva un libro (vedi). E’ una vicenda, infatti, che va assolutamente fissata sulla carta, affinché diventi memoria del cattivo funzionamento del servizio di trasporto pubblico ferroviario anche nella evoluta (sic) regione Emilia-Romagna. Nelle ultime settimane i passeggeri abituali (cosiddetti pendolari) ne hanno viste di tutti i colori. Hanno di nuovo sperimentato un livello di disservizio che confidavano di aver lasciato alle spalle qualche mese fa, grazie alla messa in funzione dei nuovi ATR220 (certo ancora diesel, ma finalmente confortevoli e puliti. E soprattutto affidabili e puntuali). Invece in settembre i nuovi ATR220 sono stati in parte collocati altrove ed al loro posto sono stati rimessi in circolazione i vecchi e “gloriosi” treni ALN 668 ecc. Ed il servizio è subito degradato. Leggi il seguito di questo post »


Servizio Ferroviario Regionale: possiamo parlare di qualità?

3 agosto 2010

E’ datato maggio 2010, ma è stato reso pubblico a luglio. Si tratta del documento “Monitoraggio della mobilità e del trasporto 2009” – il rapporto sulla mobilità che la giunta regionale dell’Emilia-Romagna predispone annualmente per l’Assemblea legislativa (qui trovate il file zippato). Un documento voluminoso (438 pagine), dunque impegnativo anche solo da leggere (ma da qualche giorno è disponibile una versione “sintetica” di sole 89 pagine: vedi). Il capitolo 5 è dedicato al “settore ferroviario” (pp.139-225). In questo capitolo sono riportati alcuni dati interessanti sulla qualità del servizio. Conviene dare loro un’occhiata, tanto per rendersi conto se le percezioni degli utenti (di un servizio di assai scarsa qualità) e le lamentele dei comitati (che anno dopo anno non diminuiscono) trovano giustificazione. Leggi il seguito di questo post »