Vignola e l’Expo mancato. Sguardo retrospettivo ad una polemica di primavera

26 agosto 2015

Che la polemica sulla mancata partecipazione del comune di Vignola al tour “Discover Ferrari & Pavarotti Land” fosse cosa da poco lo si poteva capire già allora, nell’aprile di quest’anno, quando ebbe una fiammata sulla stampa locale (vedi), trainata da poco avvedute (ma molto interessate) dichiarazioni del senatore PD Stefano Vaccari. Ovviamente interessato mica a rilanciare il turismo dalle nostre parti, ma a cercare di mettere in difficoltà la nuova amministrazione civica. Oggi è chiaro a tutti che è stato un bene per l’amministrazione vignolese destinare diversamente i 25mila euro richiesti per la partecipazione al Tour. L’indotto turistico dell’Expo 2015 in terra di Modena è una chimera: tutti ne parlano, nessuno l’ha visto. Anzi, dopo quattro mesi di Expo, si è pure smesso di parlarne. I programmi di accoglienza e valorizzazione dei turisti-Expo sono stati ridimensionati, quando non proprio smontati. Come era facile intuire già allora (vedi), meglio dedicarsi a programmi di medio-lungo termine, resistendo al canto della sirena-Expo. Per il PD vignolese, che allora non rinunciò a far caciara, una sonora lezione. Ma tanto questi non imparano. Leggi il seguito di questo post »


Expo 2015, ma anche dopo

8 aprile 2015

L’intensa, ma scarsamente significativa, tempesta mediatica sulla “mancata” partecipazione del comune di Vignola al tourDiscover Ferrari & Pavarotti Land” si è esaurita in un paio di giorni. La classica tempesta in un bicchier d’acqua. E’ vero che essa è stata scatenata da poco opportune dichiarazioni del sindaco Mauro Smeraldi (pdf) verso il suo collega spilambertese (una mossa che subito ha prestato il fianco – e il senatore PD Stefano Vaccari non ha perso l’occasione per un’azione di disturbo a mezzo stampa). Ma si tratta davvero di poca cosa. La sintesi fatta dall’esponente PD (vedi Gazzetta di Modena del 3 aprile scorso: “Ciliegia di Vignola esclusa dall’Expo“) – è decisamente fuori luogo. Non riflette la realtà, insomma. Come spesso succede le questioni vere rimangono nell’ombra. Va dato dunque merito all’assessore vignolese al turismo Kathrine Ciardullo aver riportato il “dibattito” (sic) in un ambito di ragionevolezza: la mancata partecipazione del comune di Vignola (al pari di altri 40 su 47 comuni modenesi) ad una (pur significativa) delle tante iniziative create in occasione dell’Expo non significa affatto la rinuncia ad una presenza all’Expo di questo territorio e dei suoi prodotti (vedi il comunicato stampa n.26 del 2 aprile 2015: pdf). Altre iniziative sono in cantiere (vedi il comunicato stampa n.27 del 3 aprile 2015: pdf). Ma, soprattutto, bisogna impostare un programma di rilancio del turismo sul territorio del “distretto di Vignola” che guardi sì all’Expo, ma anche al dopo. E di cose importanti da fare ce ne sarebbero. Leggi il seguito di questo post »