Ebrei in età rinascimentale e moderna. Vignola partecipa ad una storia più grande

17 agosto 2014

Serve una narrazione storica in grado di far vedere il legame tra i fatti locali ed i processi più ampi di cui questi partecipano e sono rappresentativi, pur nella loro singolarità. Così anche l’insediamento a Vignola di alcune famiglie ebree, a partire dal XV secolo e per tutto il XVII (vedi), fa parte di un processo di disseminazione e di insediamento degli ebrei conseguente alla diaspora e che si realizza in Italia secondo alcuni modelli tipici. Nel corso degli ultimi anni è cresciuta la letteratura sul tema ed oggi questo ci consente di inquadrare meglio i fatti vignolesi nel più ampio contesto italiano. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Affreschi del XV secolo a Monteforte di Montese, di Umberto Ballestrazzi

13 agosto 2011
L'abside affrescata (1451) dell'oratorio della Rocca di Monteforte

L’abside affrescata (1451) dell’oratorio della Rocca di Monteforte

Monteforte si trova in prossimità di Montese, su uno sperone roccioso (vedi la mappa su Google Maps). Seguendo una ripida strada si raggiunge la cima, dove una volta era situato l’antico castello. Qui, oltre che sulle vallate circostanti, si apre uno scorcio sul passato che sembra essersi congelato per giungere quasi intatto fino ai giorni nostri (purtroppo, a deturpare tutta l’area, è presente un ripetitore su cui non mi soffermo perché non ne conosco le vicende anche se è un tale scempio che non esiste business in grado di giustificarlo). Il castello venne costruito probabilmente prima del XIII secolo anche se la prima citazione risale al 1222. Le sue mura vennero definitivamente distrutte nel 1535 dopo secoli di dispute e di saccheggi tra i vari signori locali. Dell’antico splendore del castello rimangono una porta di ingresso (attualmente una torre campanaria), la cisterna, la cappella e parte delle mura di fortificazione oltre agli straordinari scorci che si aprono tra la vegetazione (non presente nel medioevo) che hanno consentito agli antichi signori di controllare, e a noi di ammirare, tutte le vallate circostanti. Leggi il seguito di questo post »