Battaglia sul sorteggio classi alla scuola media L.A.Muratori

24 giugno 2012

“Battaglia sul sorteggio classi. I genitori: ‘E’ un’ingiustizia’” Così titola il Resto del Carlino del 22 giugno scorso in merito al conflitto tra genitori (alcuni? La maggior parte? tutti?) e la scuola media L.A.Muratori di Vignola (vedi). Il riferimento è ad una riunione, convocata dalla scuola per il 20 giugno, al fine di presentare i criteri di selezione delle richieste di inserimento nelle classi prime in formazione (3 nell’anno scolastico 2012/2013) in cui la seconda lingua straniera sarà il tedesco (in tutte le classi la prima lingua straniera è l’inglese). Il problema da affrontare è infatti quello dell’eccesso di domanda rispetto ai posti disponibili nelle tre classi con seconda lingua tedesco. Il numero di posti disponibili (71) risulta inferiore al numero di domande presentate (88). La scuola, come già successo in anni passati per affrontare lo squilibrio domanda-offerta, ha proposto un criterio di selezione cercando di interpretare un principio di pari opportunità e di equità. Ed è qui che “son volati i coltelli”. Vediamo. Leggi il seguito di questo post »


Tetto del 30% per gli alunni stranieri. A che gioco gioca la Gelmini?

10 gennaio 2010

“Si tratta di un provvedimento di buonsenso che nasce dall’esperienza”. Così avrebbe affermato il ministro all’istruzione Mariastella Gelimini nel presentare i contenuti della nota contenente “indicazioni e raccomandazioni per l’integrazione di alunni con cittadinanza non italiana” (vedi la nota del suo ufficio stampa dell’8 gennaio: vedi). La notizia è finita su tutti i giornali di ieri, 9 dicembre, con il titolo “tetto del 30% per gli alunni stranieri”. Poniamo per un attimo che l’intento dichiarato dal ministro Gelmini sia vero: favorire l’integrazione degli alunni stranieri nella scuola italiana. Se questo è l’assunto – “la scuola deve essere il luogo dell’integrazione” – come valutare questo provvedimento? Proviamo dunque ad interrogarci sulla sua applicabilità e sulla sua efficacia. Potremmo scoprire che quello che manca, nel provvedimento del ministro, è proprio il buonsenso. Leggi il seguito di questo post »


Classi ponte. Anche Vignola partecipa al dibattito sulla mozione leghista

18 ottobre 2008

Anche l’Istituto di Istruzione Superiore “Primo Levi” di Vignola è risultato coinvolto nella polemica sulle “classi ponte”. All’origine della vicenda sta una mozione presentata da parlamentari della Lega Nord Padania e del Popolo della Libertà (primo firmatario l’onorevole Roberto Cota, capogruppo della Lega Nord Padania) alla Camera dei Deputati, approvata con 256 voti a favore (e 246 contrari). Leggi il seguito di questo post »