“Dieci”. La Vignola di Roberto Adani

2 Maggio 2009

Mercoledì 22 aprile, ore 20.30 presso la Biblioteca Auris, Roberto Adani ha presentato il proprio “bilancio di mandato”: realizzazioni e progetti nei dieci anni da sindaco di Vignola. Un opuscolo di 32 pagine (molte foto e poco testo, essenzialmente dati). Ma soprattutto un Dvd, durata circa 40 minuti, in cui racconta in prima persona o con la voce di terzi la trasformazione della città. Pochi i presenti alla serata (una cinquantina), peraltro in larga parte dipendenti ed amministratori. Ma il “bilancio di mandato” (opuscolo+Dvd) è stato successivamente recapitato a tutte le diecimila famiglie vignolesi. E’ un momento importante quello della conclusione di un “ciclo”, due legislature, di un Sindaco. Ed è una buona cosa che Roberto Adani provi a “raccontarci” la sua visione delle cose: come una serie di interventi e progetti si connettono in un disegno più o meno unitario di questa città e della gente che ci abita e lavora. E’ bene anche che questa città provi ad interrogarsi sulle trasformazioni avvenute in questi anni e su alcuni progetti che la “segneranno” nel prossimo futuro. Il momento è dei peggiori – in campagna elettorale fanno premio le appartenenze ed il gioco delle parti: va tutto male! va tutto per il meglio! Il dibattito rischia di concentrarsi tutto sui costi di questa operazione che è anche, è bene dirlo, un’operazione di marketing. Non è solo questo però! Insomma. Il tema è troppo importante per lasciarlo cadere nel tritatutto di una campagna elettorale giocata a suon di slogan e superficialità! Leggi il seguito di questo post »


Introdotto il Bilancio di Missione come strumento di rendicontazione del Comune di Vignola e dell’Unione Terre di Castelli

12 aprile 2009

Rendere conto. Sembrerebbe un pricipio banale della pubblica amministrazione e delle istituzioni pubbliche. In realtà banale non è. Anche per una amministrazione comunale, che pure ha un contatto quotidiano con utenti e cittadini e dunque dovrebbe essere massimamente interessata a rendere trasparente quello che fa, comunicare il raggiungimento degli obiettivi che si è data in sede previsionale, rendicontare l’impiego delle risorse che i cittadini le consegnano. Tuttavia in genere manca un documento che riassuma le cose fatte dall’amministrazione nell’anno di riferimento (vedi). Non svolge questa funzione – certo non nell’esperienza del Comune di Vignola – la relazione che accompagna il bilancio d’esercizio poiché è disomogenea (spesso le cose irrilevanti hanno la stessa enfasi di quelle davvero importanti), non è coerente con la relazione previsionale (quest’ultima fissa degli obiettivi sul cui raggiungimento, tuttavia, spesso la relazione al bilancio d’esercizio non si sofferma), non riporta in modo standardizzato, predefinito i dati di attività (non consentendo confronti tra diversi periodici storici o, eventualmente, con altre amministrazioni comunali). Leggi il seguito di questo post »