Demografia 2017 a Vignola. Ancora stagnazione

25.313 erano i residenti nel comune di Vignola al 31 dicembre 2017. Sostanzialmente non vi sono variazioni sia rispetto all’anno prima (erano 25.383 al 31 dicembre 2016), sia rispetto all’anno prima ancora (25.353 al 31 dicembre 2015). Dopo poco meno di vent’anni di crescita, da qualche anno la popolazione vignolese è a “crescita zero”. La crisi economica (che da dieci anni morde il paese) ha fortemente ridimensionato la capacità di attrazione di questa parte dell’Emilia (e dunque anche di Vignola). Stagnazione economica produce stagnazione demografica – così si commentava la situazione demografica 2015 e 2016 (qui la rassegna demografica anno per anno: vedi). Nessun cambiamento anche per il 2017. Comunque, ecco l’aggiornamento 2017 dei principali dati demografici del comune di Vignola.

A_residenti 1994-2017

Popolazione residente a Vignola (anni 1994-2017). Per evidenziare meglio il mutamento degli ultimi due decenni l’asse verticale non parte da zero, ma da 20.000.

[1] Al 31 dicembre 2017 la popolazione vignolese ammonta a 25.313 unità (era pari a 25.383 unità a fine 2016; 25.353 a fine 2015; 25.244 a fine 2014). I dati anagrafici ci dicono che la popolazione vignolese è leggermente in calo (i dati anagrafici 2017 contemplano anche 293 “cancellati”, la quasi totalità per irreperibilità – probabilmente cittadini stranieri che hanno lasciato Vignola per andare all’estero).

A_nati 1960-2017

Numero dei nati dal 1960 al 2017 (come nel resto d’Italia l’anno del boom demografico è il 1964; il numero dei nati di quell’anno non è più stato raggiunto, nonostante la crescita della popolazione)

[2] Il numero totale dei nati nel 2017 è pari a 226 (-16 rispetto al 2016, quando furono 242). In questo caso è chiaro il trend calante degli ultimi anni (dal 2012). Un’analisi di lungo periodo (dal 1960 ad oggi) evidenzia una curva a U dei nati (vedi il grafico sopra), ma con un declino oramai da diversi anni. Dal picco del 1964 (l’apice del baby boom) al picco negativo del 1987, quindi alla ripresa dagli anni ‘2000. Infine di nuovo un lento declino negli ultimi anni segnati dalla crisi economica. Non ci si deve ingannare però: il confronto con gli anni del baby boom vignolese (296 nati nel 1964 e 286 nel 1963) deve tenere conto della diversa dimensione della popolazione (allora 17.000 residenti circa, oggi più di 25.000), ovvero riflette un tasso di natalità significativamente diverso (allora assai più elevato). Ed un contributo significativo, in termini di nascite, è oggi dato dalle coppie straniere: 38,0% dei nati 2017 (86 su 226) non è di cittadinanza italiana (ma risultava il 45,9% nel 2016, 111 su 242; il 41,0% nel 2015 e il 35,1% nel 2014).

A_saldo naturale 2003-2017

Numero dei nati, numero dei morti e differenza tra questi due valori (ovvero “saldo naturale”) per gli anni 2003-2017

[3] Il saldo naturale del 2017 (differenza tra il numero dei nati e quello dei morti) è negativo (-52; i morti sono 278 contro 226 nati). Era da parecchio tempo che il saldo naturale, pur negativo da qualche anno, non risultava così fortemente negativo (bisogna andare a prima del 2003). Negli anni 2000 il saldo naturale era positivo (gli immigrati hanno dato un contributo determinante alla ripresa della natalità). E’ tornato negativo nel 2015 (-12), un dato poi confermato nel 2016 (-12). Ora siamo a -52, conseguenza di una riduzione significativa dei nati e di un aumento dei morti. Il saldo migratorio non risulta più positivo (lo era ancora nel 2016, anche se forse era un dato falsato da un certo numero di mancate cancellazioni): gli iscritti all’anagrafe di Vignola sono 1.064, i cancellati 1.082, il saldo -18.

A_perc stranieri 2000-2017

Percentuale della popolazione straniera sulla popolazione complessiva (anni 2000-2017)

[4] Si conferma quanto già sappiamo da tempo: la popolazione di Vignola, dei comuni limitrofi e più in generale di questa parte dell’Emilia (la fascia pedemontana di Reggio Emilia, Modena e Bologna), non cresce per processi endogeni (ripresa della natalità e dunque recupero di un saldo naturale positivo), ma per processi esogeni, ovvero per i processi migratori (da altre zone d’Italia e dall’estero). Con un contributo rilevantissimo degli stranieri, cresciuti dai 1.484 del 31 dicembre 2003 (quando erano il 6,7% della popolazione residente) ai 4.384 del 31 dicembre 2017 (pari al 17,3% della popolazione residente). In valore assoluto gli stranieri sono diminuiti (erano 4.401 al 31 dicembre 2016), ma questo dipende in realtà dal fatto che molti hanno acquisito la cittadinanza italiana (servono dieci anni di residenza non interrotta): sono stati 145 nel 2017. Dal punto di vista “giuridico” gli stranieri sono dunque sostanzialmente stabili da qualche anno (poco sopra al 17%), dal punto di vista “sociologico” sono invece in aumento (già includendo nel gruppo anche i 145 che nel 2017 hanno acquisito la cittadinanza italiana la percentuale sale al 17,9%). Comunque sia la percentuale degli stranieri sulla popolazione residente è ragguardevole (Vignola, assieme a Spilamberto, è ai primi posti in provincia di Modena per l’incidenza degli stranieri). Questo fatto ci deve far pensare che il tema dell’integrazione non è eludibile e che le politiche per promuovere questa “integrazione” non sono affatto un lusso, vanno dunque riprese dopo che sono state praticamente azzerate. Un’eredità che l’amministrazione Smeraldi non ha saputo, ma forse neppure voluto, rimettere in discussione, ed è improbabile che lo faccia l’amministrazione Pelloni (anche se farebbe bene a farlo) (qui un po’ di articoli sul tema: vedi).

A_ita-stranieri 2000-2017

Popolazione residente (anni 2000-2017). In colore rosso la componente straniera

[5] La crisi economica in atto ha fortemente ridimensionato l’arrivo di cittadini stranieri. In realtà il turnover continua. Rimangono alti gli arrivi, ma sono cresciute le partenze. Tra gli “iscritti” all’anagrafe nel 2017 (1.064 in totale – si tratta di coloro che si sono trasferiti a vivere a Vignola, da altri comuni o dall’estero), 512 sono stranieri (48,1%). Tra i “cancellati” (pari a 1.082), gli stranieri sono 463 (42,8%), al netto di quelli che hanno acquisito la cittadinanza italiana.

A_nazionalità 2013-2017

Andamento dei primi dieci gruppi nazionali stranieri nel quinquennio 2013-2017 (numero di stranieri per nazionalità).

[6] Non si registrano grandi variazioni nella composizione per nazionalità dei cittadini stranieri presenti a Vignola. Da vent’anni, ormai, il gruppo più consistente è quello originario del Marocco (877 residenti al 31 dicembre 2017 – il dato è in calo anno dopo anno, ma per le acquisizioni della cittadinanza italiana). Per la prima volta i cittadini albanesi (875), secondo gruppo nazionale, si trovano sostanzialmente allo stesso livello, numericamente parlando, dei marocchini (si tratta, tuttavia, di considerazioni che non tengono conto delle acquisizioni della cittadinanza italiana). Seguono i cittadini di Tunisia (576), Sri Lanka (415), Romania (329), Ghana (259), Ucraina (189), Nigeria (170), Cina (166), Moldavia (99) – questi i dieci principali gruppi nazionali (nel grafico l’andamento nel quinquennio 2013-2017). L’alta percentuale di popolazione femminile per alcune nazionalità (Ucraina, Moldova) è chiaramente associata alla richiesta di personale assistenziale familiare (le cosiddette “badanti”). 145 cittadini stranieri hanno ottenuto la cittadinanza italiana nel 2017 (erano stati 245 nel 2016, 141 nel 2015 e 113 nel 2014), segno che anche questo momento di integrazione procede. E’ stato dunque un errore cancellare il rito pubblico di consegna della cittadinanza italiana (vedi) – un’iniziativa volta a rafforzare il legame dei nuovi cittadini italiani con la comunità vignolese.

Annunci

2 Responses to Demografia 2017 a Vignola. Ancora stagnazione

  1. Andrea Paltrinieri ha detto:

    Anche la situazione nazionale presenta i caratteri della stagnazione, anzi, del declino demografico. Lo certificano i dati dell’Istat. In sintesi:

    “Al 1° gennaio 2018 si stima che la popolazione ammonti a 60 milioni 494 mila residenti, quasi 100 mila in meno sull’anno precedente (-1,6 per mille).

    Nel 2017 si conteggiano 464 mila nascite, nuovo minimo storico e il 2% in meno rispetto al 2016, quando se ne ebbero 473 mila. I decessi sono 647 mila, 31mila in più del 2016 (+5,1%). In rapporto al numero di residenti, nel 2017 sono deceduti 10,7 individui ogni mille abitanti, contro i 10,1 del 2016. Il saldo naturale nel 2017 è negativo (-183 mila) e registra un minimo storico.

    Il saldo migratorio con l’estero, positivo per 184mila unità, registra un consistente incremento sull’anno precedente, quando risultò pari a +144 mila. Aumentano le immigrazioni, pari a 337 mila (+12%) mentre diminuiscono le emigrazioni, 153 mila (-2,6%). Le iscrizioni dall’estero di individui di nazionalità straniera sono 292 mila (+10,9% sul 2016) mentre i rientri in patria di italiani sono 45 mila (+19,9%).

    Solo 40 mila emigrazioni per l’estero, sulle complessive 153 mila, coinvolgono cittadini stranieri (-5% sul 2016) contro 112mila cancellazioni di cittadini italiani, in leggera diminuzione (-1,8%).”

    Qui la notizia completa:

    http://www.istat.it/it/archivio/208951

  2. Andrea Paltrinieri ha detto:

    Una precisazione. In modo casuale, essendo passato stamattina allo Sportello 1 in municipio, ho saputo che la “cerimonia” di consegna della cittadinanza straniera era in programma, in sala giunta, alle 10.30, con la partecipazione dell’assessore Alberto Frontini (assessore a Politiche Giovanili, Promozione del Territorio, Servizi Demografici e Sportello 1). La cerimonia è dunque rimasta. Ma non è più pubblica (immagino che chi voglia possa prendervi parte, ma mancano i requisiti della “pubblicità”). Una soluzione minimalista. Certo, meglio che niente. Ma un evidente passo indietro. Forse l’unico modo per salvarla con questa maggioranza. Non mi sembra, tuttavia, di aver avvertito gli strepiti dell’opposizione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: