Per Stefano Tondi. Un appello contro la barbarie ed il silenzio

h_stefano-tondi

Ricevo da Loredana Baruffi questo testo di alcune cittadine e cittadini di Vignola in cui si esprime indignazione per quanto accaduto al dott. Stefano Tondi e si lancia un appello alla cittadinanza tutta, chiedendo anche il supporto del Sindaco di Vignola, affinché il terribile accadimento che ha scosso fortemente il nostro paese e tutto il territorio venga seguito con la massima attenzione da tutte le istituzioni, assicurando a Stefano ed alla sua famiglia il sostegno di cui certamente ha bisogno.

L’aggressione a Stefano Tondi è inaccettabile. Il fatto che a Vignola, paese civile nella civile Emilia, possano accadere tali brutali violenze non può lasciare indifferenti o silenziosi: è necessario che la comunità del nostro territorio esprima con vigore la propria repulsione per questo atto barbarico. Stefano è medico di comprovata competenza e umanità ed è per tutti noi non solo una cara persona, ma anche il cardiologo di famiglia che ti soccorre prontamente, spesso senza nulla chiedere a chi non può. E questo nonostante e oltre l’immenso impegno che la sua carica di Primario di Cardiologia di un grande Ospedale come Baggiovara richiede. E’ un riferimento insostituibile per chi soffre di cuore e un patrimonio umano e professionale per tutti. E’ indispensabile che noi, comunità di Vignola, chiediamo con determinazione a tutte le istituzioni di farsi carico dell’accaduto fino a che non sia fatta luce su questo fatto agghiacciante.

Loredana Baruffi

Advertisements

Una risposta a Per Stefano Tondi. Un appello contro la barbarie ed il silenzio

  1. Cesare Venturi ha detto:

    Condivido in pieno i contenuti del documento proposto, La grande professionalità e i profondi valori umani di serietà e vicinanza verso i più deboli sono tratti che hanno sempre contraddistinto la persona di Stefano Tondi. Che essi vengano offesi e calpestati anche in questi modi barbari non deve lasciarci muti ed esterrefatti spettatori. I rischi di assuefazione al peggio (“la globalizzazione dell’indifferenza”) sono sempre più presenti e ci riguardano da vicino. Non possiamo esimerci dal vigilare e dal respingere la logica di un mondo dominato da ingiustizie, violenze, sopraffazioni, incomprensioni, esclusioni, da sfrenati individualismi, dalla corsa al denaro, al potere … Vale quanto mai ai nostri tempi la nota affermazione “il sonno della ragione genera mostri”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: