Il PD di Vignola privo di idee

Non ho difficoltà a riconoscere che l’attuale amministrazione “civica” non ha al momento soddisfatto le aspettative di innovazione suscitate dopo il rocambolesco successo elettorale del giugno 2014 (vedi). Alcune importanti novità ci sono state (vedi), ma altre mancano all’appello. Ci sarebbe dunque spazio per un’opposizione sia incisiva, sia politicamente intelligente (in grado cioè di far percepire un progetto diverso di città mentre esercita il diritto-dovere di critica). Purtroppo oggi il PD di Vignola non è in grado di esercitare questo ruolo. Basta leggersi i (pochi) comunicati stampa prodotti dal nuovo corso del neo-segretario Federico Clò (a cui a suo tempo abbiamo augurato “buon lavoro”: vedi, proprio perché la democrazia vive di una responsabile e possibilmente intelligente dialettica tra chi amministra e chi sta all’opposizione). Se il buongiorno si vede dal mattino, dalle parti del PD di Vignola è ancora notte fonda!

Prima Pagina, 18 gennaio 2016.

Prima Pagina, 18 gennaio 2016.

[1] Che non fosse sufficiente eleggere il nuovo segretario ed uscire (finalmente) dalla palude del commissariamento post-batosta elettorale era cosa certa. Certo, è vero che Federico Clò è insediato da appena due mesi (l’elezione è avvenuta il 17 gennaio scorso), anche se il congresso era annunciato da tempo (e dunque il nuovo segretario e relativi collaboratori hanno avuto tempo per prepararsi al nuovo ruolo). Eppure il PD di Vignola stenta davvero a ripartire – se con questa espressione intendiamo qualcosa di più che qualche comunicato stampa lanciato e poi raccolto dai giornali. Più che la “quantità” (che certo non impressiona) è la “qualità” che preoccupa (ribadisco: non mi entusiasma un sistema politico locale che via via degrada). Esemplare è il comunicato stampa emesso il 2 marzo scorso in occasione dell’approvazione del bilancio di previsione 2016 del comune di Vignola, ora sotto forma di DUP – Documento Unico di Programmazione (qui qualche considerazione sulla sua scarsa “leggibilità”: vedi). Di fronte all’atto annuale più importante dell’amministrazione “civica” le argomentazioni del PD (che ovviamente si esprime contro) risultano inconsistenti. E infatti hanno avuto risonanza zero presso la cittadinanza. Tutto qui, ragazzi?

I monumento ai caduti della Prima Guerra Mondiale davanti al municipio di Vignola (foto del 15 novembre 2014)

I monumento ai caduti della Prima Guerra Mondiale davanti al municipio di Vignola (foto del 15 novembre 2014)

[2] “Un bilancio immobile, privo di ogni strategia sul futuro, che non ha priorità di investimento”. E poi anche questa “chicca”: “Molti dei progetti realizzati, come per esempio la rotatoria di Via Libertà, o che verranno messi in atto, come il nuovo polo scolastico e la palestra, hanno avuto una gestazione ben precedente a questa Amministrazione, che si è solamente appropriata del merito, senza la fatica necessaria.” In realtà il merito starebbe nel farle le cose (specie se si è convinti che siano quelle giuste). Bisognerebbe forse ricordare agli amici del PD che la rotatoria di Via Libertà-via della Circonvallazione risale al PUT 2004 (amministrazione Adani), ma che era stata cassata dall’amministrazione Denti (vedi). Merito dunque all’amministrazione Smeraldi che l’ha “recuperata” e poi anche realizzata, completando un ulteriore pezzetto anche di via Libertà! Mentre invece del nuovo “polo scolstico” se ne parla ugualmente dal 2003-2004 (si vedano gli atti di giunta) ed anche l’amministrazione Denti l’aveva come obiettivo (con tassa di scopo applicata dal 2007 al 2011), senza riuscire però a fare nulla. Non è comunque affatto vero che la nuova amministrazione “civica” sia completamente “appoggiata” alla progettualità della precedente amministrazione PD. Vi sono ovviamente elementi di continuità (come è normale che sia), ma anche evidenti elementi di discontinuità, ovvero di progetti abbandonati o ri-elaborati: dal progetto su Villa Trenti (vedi) alla Strada dei vini e dei sapori (vedi), dalla diversa organizzazione del corpo unico della Polizia Municipale (vedi), alla ripresa della manutenzione della città (vedi), all’isola ambientale attorno alla Scuola Media L.A.Muratori (vedi) – un’operazione che il PD di Vignola non avrebbe mai avuto il coraggio di fare! In più bisogna dare atto alla nuova amministrazione “civica” di avere operato con convinzione nella “razionalizzazione” della macchina amministrativa (taglio dei dirigenti; ufficio unico Tributi con Savignano e Marano) e di aver evitato aumenti di imposte locali (è previsto “solo” un incremento di entrate relative alla TARI nel 2016 a seguito della revisione del regolamento).

Ingresso del pronto soccorso all'ospedale di Vignola (foto del 9 maggio 2015)

Ingresso del pronto soccorso all’ospedale di Vignola (foto del 9 maggio 2015)

[3] “Per noi la priorità su Vignola resta il lavoro, riempire i capannoni, le tante vetrine e gli altri spazi produttivi e commerciali vuoti con attività che puntino all’innovazione e al fare impresa, punto di partenza vero per il rilancio del territorio. L’aumento delle tasse e il totale disinteresse per questi temi da parte della Giunta ci fanno capire che alla soluzione dei problemi questa Amministrazione preferisce gli esercizi di retorica.” Tutto bello. Ma avessero anche detto come fare! Perché non basta dichiararsi “pro-crescita economica”! Altrimenti sì che tutto si esaurisce in un esercizio di retorica! Purtroppo né su questo (lo sviluppo economico del territorio), né su altri aspetti importanti il PD sembra in grado di dire alcunché di significativo. La Fondazione di Vignola lancia un programma di “sviluppo locale” e poi dimostra di non avere le idee chiare in proposito (vedi), ma ci sono comunque 150mila euro all’anno da spendere? Insomma, se il PD di Vignola avesse qualche idea interessante in proposito potrebbe anche succedere che alcune di queste vengano accolte e poi realizzate! Invece zero. Zero. Incapaci di dire qualcosa minimamente articolabile in un’idea programmatica. Ed è così – questo è davvero paradossale – anche in quegli ambiti in cui l’attuale amministrazione “civica” stenta a mettere in campo programmi convincenti: efficientamento energetico della città e relativo PAES (vedi); riqualificazione del centro storico (vedi); modalità “partecipative” di gestione del verde pubblico (ma ogni volta che il PD interviene su questo tema dovrebbe ricordarsi del “successo catastrofico” del parco di via di Mezzo! vedi); riorganizzazione del welfare locale (ASP o non ASP?), innovazione dei servizi per l’infanzia (vedi) e delle politiche per le famiglie. Eppure su questa ampia gamma di politiche settoriali non si percepisce, nel PD di Vignola, un solo “pensiero”. Eventualmente solo slogan (a volte neppure quelli). Basta, per renderse conto, scorrere i comunicati stampa dei primi due mesi della nuova segreteria (vedi):
Giunta Smeraldi, un bilancio immobile e Tari più cara (2 marzo)
Mercatino del riuso: chiarire meglio il progetto (11 febbraio)
Coop: bene lo spostamento, ma chiediamo risposte (8 febbraio)
Carta dell’accoglienza e Consiglio aperto sull’integrazione (25 gennaio)
Il sindaco lo nega, ma la Lega è decisiva per la Giunta (21 gennaio)
Federico Clò è il nuovo segretario del Circolo Pd (18 gennaio)

Il Resto del Carlino, 15 agosto 2012, pag.15.

Il Resto del Carlino, 15 agosto 2012, pag.15.

[4] Il nuovo segretario ha portato certamente un po’ più di “energia” rispetto alla stanca gestione del commissario Andrea Sirotti (non ci voleva molto, in verità). Insomma, si registra un po’ di “mobilitazione”. Manca però il “cognitivo” – per stare alla categoria invocata da Fabrizio Barca (“mobilitazione cognitiva” sarebbe ciò di cui ha necessità il PD: vedi). Manca l’elaborazione politica, l’analisi dei “bisogni” della città e la ricerca di vie innovative per soddisfarli. Ma senza “elaborazione” anche la critica diventa uno stanco rituale; il portato di un gioco delle parti.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: