Strada dei Vini e dei Sapori: blitz della Guardia di Finanza

E_Carlino 10mar2016

La notizia è riportata su Il Resto del Carlino – Modena di oggi: accertamenti in corso della Guardia di Finanza sulla Strada dei Vini e dei Sapori “Città Castelli Ciliegi” (pdf). Le fiamme gialle hanno acquisito documentazione sulla Strada presso la sede dell’Unione Terre di Castelli a Vignola. Sembra che questi accertamenti completino le indagini già in corso nella parte bolognese del territorio servito dalla Strada. Che la Strada dei vini e dei sapori avesse un “buco in bilancio” l’avevano, con colpevole ritardo e con intollerabile disinvoltura, ammesso alcuni degli amministratori del passato: dall’allora presidente Fabio Federici, nonché assessore prima a Crespellano, ora in Valsamoggia (secondo le sue dichiarazioni: 800mila euro, ma risalente ad anni fa) all’ex-sindaco di Castelvetro Giorgio Montanari (“solo” 300mila euro) (vedi). La consistenza del “buco” è stata ribadita da Federici in risposta ad una interrogazione della lista civica Civicamente Samoggia qualche mese fa (con tanto di ripresa video della seduta consiliare: vedi). Ma nonostante queste dichiarazioni, rese alla stampa o in occasioni istituzionali, manca ad oggi una puntuale ricostruzione della vicenda (“semplice” mala gestione o malaffare?) – qui un’apposita sezione di news in merito (vedi).

B_logo-19ott2013-098

Il logo della Strada dei vini e dei sapori “Città Castelli Ciliegi” fotografato presso l’ex-sede della Strada, l’ostello comunale di Vignola (foto del 19 ottobre 2013)

Vedremo se tramite le indagini della Guardia di Finanza si riuscirà a fare chiarezza in modo definitivo sulla vicenda. Certo è che la Strada è un ente controllato dagli enti locali (anche se partecipato pure da privati): speriamo che sentano il dovere anche essi di fare chiarezza. Sino ad ora non è stato così (anche se, con le nuove amministrazioni insediatesi dopo le elezioni comunali del 2014, i comuni della parte modenese ne hanno preso le distanze con una risoluzione anticipata dei contratti: vedi). Sarebbe infatti opportuno (leggi alla voce: trasparenza) presentare ai cittadini un report chiaro (un documento di rendicontazione) su questa tutt’altro che esaltante vicenda. Fornendo una risposta inequivocabile alla domanda che sino ad ora solo in pochi hanno preso sul serio (vedi): com’è nato il “buco di bilancio”? Quanto è consistente oggi? Come viene ripianato? Insomma, chi paga?

Annunci

10 Responses to Strada dei Vini e dei Sapori: blitz della Guardia di Finanza

  1. federossa ha detto:

    La GOLA PROFONDA! ETERNA.

    Ogni regione ROSSA ha una giustizia ROSSA. Finirà tutto in una BOLLA DI SAPONE…e i COMPAGNI lo sanno!

  2. Luciano Credi ha detto:

    Che cosa sanno i compagni? A livello legale pongo questa domanda come primo dei comunisti italiani x numero di preferenze nel 2009 a Vignola, ma solo x esempio. Ripeto la domanda cosa sanno i campagni? Vorrei che tutti fossero più trasparenti… Non so giocare x esempio con pseudonimi e’ pericoloso x tutti (grazie a Dio…); una domanda x esempio: ora a livello solo da PhD, x esempio: voglio essere banale, ma terrà a terra a terra… In ITALIA x esempio ma solo quasi x esempio esiste la polizia postale?

    Dopo di che… Io ed Andrea nel rispetto delle regole continueremo a litigare.

    • Ivo ha detto:

      Cosa sanno i compagni? E Dio ( nel minuscolo rispetto del litigio con Andrea) e se poi nella possibilità della chiarezza e dell’intuizione (alla Montaigne) si intende cosa sarebbe? Al livello di un dottorato con Frank (a che tempi) sarebbe?
      Ah
      Ah

  3. zlvp ha detto:

    La risposta all’ultima domanda ve la posso dare io: per il momento pagano i dipendenti che non stanno ricevendo lo stipendio da mesi. E che nessuno tutela.

    • Andrea Paltrinieri ha detto:

      Purtroppo è noto da tempo, certamente agli amministratori locali, che i dipendenti, il personale della Strada, è la parte meno tutelata in questa vicenda. Con mesi di ritardo nel ricevere lo stipendio. E Fabio Federici, ex-presidente, fa il brillante. Singolare, poi, che sia anche l’assessore al bilancio, alle attività produttive, commerciali e marketing territoriale del comune di Valsamoggia (e prima di Crespellano). Insomma, per lungo tempo sia controllato (presidente della Strada) sia controllore (assessore al marketing territoriale del comune più importante tra quelli soci della Strada). In questa vicenda se c’é una cosa esem,plare è l’omertà, in perfetto stile mafioso, degli amministratori. Non sanno, non vedono, non sentono, non parlano. Se parlano è per ribadire che va tutto bene. E poi questo comune organizza il “festival contro le mafie”.

  4. zlvp ha detto:

    http://www.cittametropolitana.bo.it/urp/Engine/RAServeFile.php/f//alboP_CM/DETERMINAZIONI/150024187.PDF

    Ulteriore contributo alla discussione, è un atto pubblico, disponibile sull’Albo pretorio della Città Metropolitana di Bologna

  5. Andrea Paltrinieri ha detto:

    Grazie per le segnalazioni, entrambi molto interessanti. Da ultimo molto interessante il testo della determina n.201 del 15 marzo 2016, del dirigente Affari Generali dell’Unione Terre di Castelli che ceryifica la rilevazione, a seguito di controlli, di irregolarità in merito ad uno dei due enti (la Strada) raggruppati nell’ATI che ha partecipato al bando per la gestione IAT dell’Unione Terre di Castelli. In particolare rileva “esito negativo della verifica della regolarità fiscale di cui all’art. 38, comma 1 lett. g.) del decreto medesimo con riferimento all’Associazione Strada dei vini e dei Sapori (mandante)”. Inoltre stabilisce “di procedere altresì a comunicare alla Procura della Repubblica competente, nonché all’Autorità di vigilanza (ANAC), la circostanza di aver ricevuto una dichiarazione che appare mendace, affinchè verifichino eventuali profili di responsabilità”. Avanti ragazzi! Vai Russomanno!!!!

    http://www.iatcollibolognesi.it/strada/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=8&Itemid=196
    Interessante anche: “In attesa di attribuzione incarico – Comune di Valsamoggia”. Chi se la prenderà a mano dopo la strepitosa presidenza Federici?

    • zlvp ha detto:

      Peccato che Federici continui a fare e disfare dietro le quinte… non si sa bene a quale titolo visto che formalmente si sarebbe dimesso…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: