Troppi guasti ai passaggi a livello sulla Bologna-Vignola!

Non bastano gli impianti di climatizzazione che non funzionano, obliteratrici spesso guaste, mancanza di emettitrici di biglietti, display obsoleti e stazioni abbandonate (vedi). C’è da tempo un problema di impiantistica che non funziona che impedisce ogni seria ipotesi di rilancio del servizio ferroviario anche sulla Bologna-Vignola. In particolare permangono ed anzi aumentano i problemi ai passaggi a livello. Diversi episodi nelle ultime settimane a partire da quello di venerdì scorso, il 17 luglio, quando il passaggio a livello presso la stazione di Savignano Comune è andato in tilt nel tardo pomeriggio creando rallentamenti e rischi al passaggio del treno alle ore 20.10.

Prima Pagina, 21 luglio 2015, p.19.

Prima Pagina, 21 luglio 2015, p.19.

Episodi analoghi si erano già verificati l’1 giugno (ore 6.20) e il 30 giugno (ore 8) al passaggio a livello su via per Castelfranco, presso la stazione di Bazzano. Lunedì 20 luglio di nuovo un episodio (ore 7.22), stavolta all’attraversamento della vecchia strada provinciale prima di Zola Chiesa, anche se non è ancora chiaro se a mettere fuori uso il passaggio a livello sia stato, in questo caso, un automobilista avventato.

Venerdì 17 luglio, ore 20.10 circa: il passaggio a livello presso Savignano Comune non funziona e le sbarre rimangono alzate.

Venerdì 17 luglio, ore 20.10 circa: il passaggio a livello presso Savignano Comune non funziona e le sbarre rimangono alzate.

Altri episodi si erano già registrati nei primi cinque mesi dell’anno, come peraltro negli anni passati (vedi), purtroppo con regolarità. Certo, ogni volta viene applicata la procedura prevista per garantire la sicurezza: capotreno che scende e con bandiera rossa controlla il traffico stradale, treno che procede a passo d’uomo. Però ogni volta si determinano ritardi che si ripercuotono su più corse. Ed ogni volta si generano rischi non indifferenti per la circolazione stradale. Insomma, è cosa non da poco conto. L’associazione degli utenti “In prima classe per Bologna-Vignola” ha chiesto più volte a FER ed a TPER di rendere noti i dati sui guasti ai passaggi a livello sulla linea. Sinora senza successo. Ma non demorde con questa richiesta!

Lunedì 20 luglio, ore 7.22: il treno passa al passaggio livello prima di Zola Chiesa con la procedura di emergenza: capotreno in strada con bandiera rossa a controllare il traffico.

Lunedì 20 luglio, ore 7.22: il treno passa al passaggio livello prima di Zola Chiesa con la procedura di emergenza: capotreno in strada con bandiera rossa a controllare il traffico.

Chiede infatti di nuovo alla Regione di svolgere un’adeguata indagine e di programmare al più presto anche adeguati investimenti per risolvere definitivamente il problema. Non è mai una strategia produttiva quella di nascondere un problema. La trasparenza totale – che i committenti dovrebbero chiedere alle aziende a cui affidano questi servizi di grande rilevanza sociale – dovrebbe essere un requisito di base. Anche perché è l’unico modo che Regione, enti locali e associazioni degli utenti hanno per verificare se c’è davvero un miglioramento del servizio. Per quanto riguarda il malfunzionamento dei passaggi a livello sembra proprio di no. Per fortuna c’è qualcuno che dice basta!

Questo post è un adattamento del comunicato stampa dell’Associazione “In prima classe per Bologna-Vignola” ripreso dai quotidiani locali (Il Resto del Carlino – Modena; Gazzetta di Modena; Prima Pagina del 21 luglio 2015).

Advertisements

Una risposta a Troppi guasti ai passaggi a livello sulla Bologna-Vignola!

  1. Andrea Paltrinieri ha detto:

    Il 22 luglio il consigliere regionale Foti Tommaso (gruppo Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale) ha presentato un’interrogazione a risposta scritta circa le problematiche ed i disservizi riguardanti il trasporto pubblico ferroviario e precisamente la ferrovia Bologna-Vignola. Si tratta dell’atto ispettivo ogg.1014 – Legislatura X:
    http://demetra.regione.emilia-romagna.it/al/monitor.php?vi=all&st=doc&dl=86428ad8-0d31-7750-f14c-55b202b3ce7e&dl_t=html&dl_a=y&dl_id=2&ul=1&ev=1&bk=1

    “Per sapere, premesso che:
    – nonostante i ripetuti solleciti, e conseguenti reclami, non appaiono minimamente risolti i numerosi problemi che si registrano sulla linea ferroviaria Vignola-Bologna;
    – assume rilevante evidenza la situazione di pericolosità, sia per i fruitori del servizio ferroviario sia per gli automobilisti, derivante dal precario funzionamento della strumentazione che disciplina i transiti nei pressi dei passaggi a livello. In particolare, si richiama l’attenzione su quello posto nei pressi della stazione di Bazzano, ove si reiterano situazioni di malfunzionamento che, solo per pura fortuna, non hanno causato – fino ad oggi – danni alle persone, ma in compenso hanno determinato e determinano ritardi nella percorrenza della tratta ferroviaria e situazioni caotiche alla viabilità ordinaria;
    – inoltre, gli impianti di climatizzazione installati sui treni della detta linea continuano a funzionare “a corse alternate”, mentre le obliteratrici non vengano riparate e l’installazione di biglietterie automatiche in tutte le stazioni è rimasta una vana attesa per i fruitori del servizio ferroviario;
    – se e quali iniziative la Giunta regionale intenda assumere nei confronti di Fer e Tper – per quanto di rispettiva competenza – affinché le stesse pongano rimedio alle situazioni sopra rappresentate che risultano non più ulteriormente tollerabili.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: