La Provincia del fare: un incarico per Luca Gozzoli

Dopo aver pianto miseria e strepitato per i tagli ai trasferimenti alle province contenuti nella legge di stabilità in approvazione al Parlamento, il presidente della Provincia di Modena, Giancarlo Muzzarelli, scopre di avere comunque sufficienti risorse per offrire un contratto per quattro anni al collega di partito Luca Gozzoli. Così gira oggi la politica in questa parte dell’Emilia, ultimo bastione della “ditta”. In fondo la politica è “servizio”. Oppure no?

Maria Lassnig, Du oder ich, 2005 - 55a Biennale d'Arte di Venezia (foto del 17 novembre 2013)

Maria Lassnig, Du oder ich, 2005 – 55a Biennale d’Arte di Venezia (foto del 17 novembre 2013)

[1] Con l’atto n.9 del suo “regno”, in quanto presidente della “nuova” (sic) Provincia di Modena, Giancarlo Muzzarelli si è dotato di un “ufficio di staff” giudicato assolutamente necessario per garantire un adeguato presidio delle “funzioni di indirizzo e controllo attribuite dalla legge richieste per l’attuazione del programma con particolare riferimento alla complessità della fase di riordino prevista dalla legge 56/2014” e magari per salvare il paese (forse). E nonostante la pomposità strategica dei compiti dell’Ufficio di staff del Presidente (con un unico componente) – compiti descritti appunto nell’atto n.9 del 23 ottobre 2014 – a presidio dell’ufficio è posto un unico “istruttore di categoria C” (ruolo per cui non è richiesta la laurea, ma solo il diploma di scuola media superiore). Ciò nonostante tra le umane “risorse” interne nessuno risultava adatto a svolgere tale ruolo. Debbono essersi strappati i capelli in Provincia non appena verificato, con sommo dispiacere e sconcerto, che “si deve prendere atto dell’impossibilità di ricorrere a risorse interne”! Per fortuna era a disposizione un asso nella manica: Luca Gozzoli, già sindaco di Spilamberto (1995-2004), già consigliere provinciale e coordinatore PD per la zona di Vignola (nonché mancato candidato: vedi), appena “sceso” dalla carica di assessore provinciale all’agricoltura (dal giugno 2013 al settembre 2014). Sia mai detto che non si valorizzi una tale risorsa. Detto fatto. E’ davvero la “Provincia del fare”!

Hans Scharer, Madonna - 55a Biennale d'Arte di Venezia (foto del 17 novembre 2013)

Hans Scharer, Madonna – 55a Biennale d’Arte di Venezia (foto del 17 novembre 2013)

[2] “Sia per il carattere strettamente fiduciario del suddetto incarico, che per non distogliere a tal fine altri funzionari attualmente in servizio con pregiudizio della funzionalità di altri uffici, si ritiene necessario ed opportuno reperire la suddetta professionalità all’esterno”. Poco importa che ad altre platee il presidente affermi preoccupato di esser costretto a licenziamenti – se verranno mantenuti i tagli disposti dal Governo Renzi. Pure il Regolamento sull’ordinamento degli uffici e dei servizi hanno dovuto modificare in Provincia. Davvero un lavoraccio. E con il successivo atto n.10 del 27 ottobre 2014 è stato individuato “intuitu personae” (sic) il sig. Luca Gozzoli, nato a Vignola nel 1966 e residente a Modena, per ricoprire il fondamentale ruolo. Il rapporto di lavoro sarà a tempo pieno, da ascrivere alla categoria C1, con trattamento economico corrispondente a tale categoria e con “trattamento accessorio da definire in un unico emolumento pari a euro 9.830,45 da liquidarsi mensilmente”. L’atto si chiude precisando che “la spesa è prevista nelle apposite azioni dell’Area Risorse, che presentano la necessaria disponibilità”. Nonostante i tagli del governo. Va bene così. O forse no? Per chiudere la vicenda manca solo il telegramma di felicitazioni del PD modenese e vignolese. Ma è gente discreta. Probabilmente non lo renderà pubblico.

Un "ritaglio" dall'articolo di Prima Pagina, 6 novembre 2014.

Un “ritaglio” dall’articolo di Prima Pagina, 6 novembre 2014.

PS Qui l’atto n.9 del 23 ottobre 2014 del presidente della Provincia, “Costituzione ufficio di staff del presidente ex-art.90 del T.U.E.L.” (pdf). Qui l’atto n.10 del 27 ottobre 2014, “Ufficio di supporto al presidente ai sensi dell’art.90 D.Lgs. 267/2000: costituzione rapporto di lavoro” (pdf). Qui l’articolo apparso su Prima Pagina del 6 novembre 2014, con le critiche della consigliera comunale di Modena Adriana Querzé (pdf).

Advertisements

2 risposte a La Provincia del fare: un incarico per Luca Gozzoli

  1. sergio smerieri ha detto:

    E intanto però, il PD vignolese, presenta un emendamento per la (utopica) realizzazione di una segreteria unica nella Terra di Castelli…per ridurre le spese…sconsigliato da tutti, bocciato dal TAR e ovviamente respinta dalla maggioranza ma con l’auspicio anche di chi l’ha presentato.

  2. Roberto Bergonzini ha detto:

    E’ uno schifo. E’ la dimostrazione che la casta è viva e vegeta a nostre spese. Vi sono individui che dalla nascita non si sono mai confrontati con il mondo del lavoro, solo con quello politico parassitario. Intrufolate negli apparati dello stato, si comportano appunto da parassiti prelevando mensilmente dalle tasche degli altri cittadini. Qui da noi il PD la sa lunga in fatto di nomine ad personam. Una vera manna per i politicanti trombati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: