Ciliegia di Vignola IGP secondo anno, di Arcadio Boschi

Eravamo rimasti che il Consorzio di Tutela della Ciliegia di Vignola si sarebbe attivato al più presto per inserire tutte le più diffuse varietà di ciliegia nel disciplinare. E’ stata fatta la richiesta di aggiungere 5 varietà (quindi non tutte) solo alla fine di febbraio 2014. Accidenti che dinamismo … Che fulmini! E al contempo si rimprovera il Ministero dell’Agricoltura che le esigenze dei produttori sono stringenti … Mah … lasciamo perdere.

"Tentatrici" - la nuova confezione predisposta dal Consorzio per le ciliegie non-IGP (foto del 9 giugno 2013)

“Tentatrici” – la nuova confezione predisposta dal Consorzio per le ciliegie non-IGP (foto del 9 giugno 2013)

[1] Quindi anche quest’anno siamo messi esattamente come l’anno scorso (vedi) con l’aggravante che c’è molta più produzione e molti meno soldi in tasca ai consumatori (speriamo almeno che l’esportazione ci dia una mano, perché il mercato italiano e’ completamente fermo). Però non ho capito, il 26 di Febbraio è stata inoltrata una richiesta di modifica al disciplinare (vedi) e dalle dichiarazioni sui giornali della Denti si dà per scontato che per il 2015 saremo a posto. Ma la risposta del Ministero quale sarà? Si, No, solo alcune, non tutte, ripassi domani …? Se i funzionari preposti sono come quelli descritti dall’ex sindaco Adani c’e’ da stare poco allegri. Ma che senso ha ogni anno andare a Roma per chiedere di aggiungere nuove varietà?
[2] Comunque io rimango della mia opinione e cioè che l’IGP doveva coprire l’attuale territorio (come vocato alla coltivazione della ciliegia come prima) e non ristretto a un numero limitato di varietà. Adesso che pago potrò pretendere o no? Il fatto è che la coltivazione della ciliegia e’ in continua evoluzione. L’anno scorso l’Università di Bologna ha presentato 5 nuove varietà: le Sweet che ovviamente hanno qualità migliorative rispetto alle attuali ciliegie. Per cui di nuovo avremo varietà non inserite nel disciplinare IGP. Quindi la ricerca e l’innovazione genetica giocano contro l’IGP.

La tradizionale confezione della Ciliegia di Vignola - non compare ancora la sigla IGP (foto del 9 giugno 2013)

La tradizionale confezione della Ciliegia di Vignola – non compare ancora la sigla IGP (foto del 9 giugno 2013)

[3] E poi le varietà non inserite nel disciplinare non erano poi così anonime come pensavo. Ad esempio nel cartone marcato “Tentatrici” (quindi senza la scritta Vignola di un tempo) all’interno delle vaschette era stato messo un cartoncino dove si indicava che erano ciliegie di Vignola ed erano commercializzate, ad esempio, dal mercato Asta frutta di Vignola. Cioè in pratica ogni produttore o distributore poteva inserire un proprio “biglietto da visita” per cui chi comprava non solo pagava di meno ma sapeva in modo molto discreto che erano comunque ciliegie di Vignola. Ma allora chi ha aderito all’IGP non si sente fregato? Fregato oltretutto da quelli che hanno voluto l’IGP e che visto il flop hanno voluto rimediare in qualche modo.
[4] Quando l’anno scorso ai primi di giugno ci sono stati a Vignola i giorni dedicati alla ciliegia ho notato una cosa che non mi è piaciuta. C’è stato un proliferare di nuovi marchi. C’era la ciliegia della Val Panaro, le Tentatrici, della Val Samoggia, di nonna Abelarda, ecc. Il vecchio marchio Vignola era riuscito a unificare un territorio fatto di 18 comuni modenesi e 13 bolognesi, di pianura e di collina. L’IGP il nostro territorio lo ha per ora frantumato.

Arcadio Boschi

Stand di un produttore in occasione di "Vignola E' tempo di ciliegie" (foto del 9 giugno 2013)

Stand di un produttore in occasione di “Vignola E’ tempo di ciliegie” (foto del 9 giugno 2013)

PS Da tempo si richiede più trasparenza per il “progetto Ciliegia di Vignola IGP”, ovvero circa gli obiettivi, il funzionamento o meno delle modalità operative, i risultati conseguiti anno dopo anno. Al momento sappiamo solo che il primo anno di applicazione del disciplinare IGP è stato particolarmente “tribolato” e lo sappiamo solo perché le istituzioni coinvolte (dal Consorzio all’amministrazione comunale, alla Provincia di Modena – assessorato all’agricoltura) sono state costrette a descrivere i problemi emersi a seguito di alcune segnalazioni, tra cui quelle di Arcadio Boschi, produttore, su questo blog. E’ evidente però che tali istituzioni preferiscono non comunicare, visto che i problemi emersi in questa prima annualità fanno pensare ad una certa approssimazione nella conduzione del progetto.  Anche in merito ai dati sulle quantità di prodotto commercializzate nella stagione 2013 con il marchio IGP mancano ad oggi informazioni credibili. Risulta assai più credibile un commento di un tecnico di settore che con ironia osservava: “A Vignola sono riusciti a certificare IGP il 50% delle ciliegie [questo il dato non certificato fornito dal direttore del Consorzio] con le sole 13 varietà ammesse dal disciplinare di cui otto ricoverate in terapia intensiva nell’ospedale di campo vignolese o già tumulate da tempo nel cimitero locale.” Eppure la trasparenza dovrebbe essere un obbligo visto che l’amministrazione comunale ha da poco deliberato l’erogazione di un contributo di 40.000 euro da destinare al Consorzio della Ciliegia, della Susina e della Frutta Tipica di Vignola per la realizzazione del progetto triennale “Ciliegia di Vignola IGP” (delibera della Giunta Municipale n.50 del 14 aprile 2014). Il sostegno al progetto è decisamente opportuno. Tuttavia, come dovrebbe essere per ogni erogazione significativa di denaro pubblico, dovrebbe essere accompagnato da trasparenza, ovvero da una puntuale rendicontazione dello stato attuale e di quello conseguente alla realizzazione del progetto. Purtroppo ad oggi non è così. (AP)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: