Audit civico 2013 sulla ferrovia Vignola-Bologna. Sono gli utenti a controllare la qualità

Per il terzo anno consecutivo l’associazione “In prima classe per Bologna-Vignola” (vedi) ha condotto un “audit civico” applicato al servizio ferroviario Bologna-Vignola, rilevandone la qualità con particolare riferimento alle stazioni della linea ed ai servizi in esse presenti. Questo è il report di questa terza edizione (pdf). Esso evidenzia i miglioramenti intervenuti rispetto agli anni precedenti (luglio 2011 e luglio 2012, quando sono state effettuate le precedenti esperienza di “audit civico” sulla linea), ma anche problemi divenuti “cronici” ed alcuni aspetti peggiorati.

Il nuovo ETR350 presso la stazione di Zola Comune, dove il nuovo impianto ACEI non viene messo in funzione perché il marciapiede del secondo binario è troppo corto rispetto ai nuovi treni elettrici! (foto del 20 settembre 2013)

Il nuovo ETR350 presso la stazione di Zola Comune, dove il nuovo impianto ACEI non viene messo in funzione perché il marciapiede del secondo binario è troppo corto rispetto ai nuovi treni elettrici! (foto del 20 settembre 2013)

[1] L’audit civico si è svolto nelle giornate di giovedì 13, venerdì 14 e sabato 15 settembre 2013. Ogni stazione della linea Bologna-Vignola (con l’unica eccezione della stazione di Bologna-Centrale) è stata sottoposta ad analisi mediante una check-list. L’analisi di tutte 17 le stazioni della linea, secondo un approccio sistematico, rende evidente lo scostamento che si è realizzato nel tempo tra il progetto della linea ferroviaria, riattivata nel settembre 2003 da Bazzano, nel settembre 2004 da Vignola e prospettata a cittadini ed utenti come “metropolitana di superficie” (sic), e la realtà. Dopo anni di tribolazioni a causa dell’inaffidabilità dei vecchi treni ALN663 e 668 sono stati finalmente messi in esercizio i nuovi mezzi: nel febbraio 2011 il primo ATR220 (diesel) (vedi); nel settembre 2013 il primo treno elettrico ETR350 (vedi). Da qualche giorno i treni elettrici in servizio sono divenuti due (non è chiaro, però, se stabilmente oppure no). Tuttavia, molti altri elementi che concorrono a determinare la qualità del servizio non sono stati adeguatamente rinnovati, come sarebbe invece necessario, ed ovviamente il servizio ne risente.

Un vecchio treno diesel ALN alla stazione di Vignola (foto del 20 settembre 2012). Davvero non li vedremo più?

Un vecchio treno diesel ALN alla stazione di Vignola (foto del 20 settembre 2012). Davvero non li vedremo più?

[2] Persiste nel tempo un problema di qualificazione delle stazioni che in alcuni casi specifici risulta particolarmente grave (le vecchie palazzine passeggeri presenti a Vignola, Savignano Comune, Savignano Mulino, Muffa sono ancora in stato di abbandono). Mancano servizi “collaterali” di grande importanza: bigliettazione automatizzata (una macchina emettitrice di titoli è presente solo presso la stazione di Bazzano!), un efficace sistema di comunicazione all’utenza (insoddisfacente è l’informazione tramite le bacheche; del tutto inadeguata quella con il “Chiamatreno”, specie in occasione di eventi critici come la soppressione di una corsa), accessibilità per tutti (nonostante gli impegni presi ad oggi non sono ancora in funzione gli ascensori di accesso al sottopassaggio a Bazzano ed a Crespellano, con la conseguenza che tali stazioni non sono accessibili ai disabili: vedi) e così via. Manca infine un adeguamento del servizio alle “aspettative di velocità” degli utenti: nonostante qualche decina di milioni di investimenti in mezzi ed infrastrutture i tempi di percorrenza di oggi sono significativamente più lunghi di quelli del 1939 (vedi)! Insomma, anche l’audit civico 2013 conferma che c’è ancora del lavoro da fare per rendere dignitoso ed appetibile il servizio ferroviario Bologna-Vignola. Vorrà dire che anche l’associazione continuerà a “lavorarci”!

Un treno diesel ATR220 alla stazione di Vignola (foto del 20 giugno 2011)

Un treno diesel ATR220 alla stazione di Vignola (foto del 20 giugno 2011)

[3] Questa esperienza testimonia anche del ruolo che possono giocare le “rappresentanze” degli utenti nei processi di miglioramento dei servizi pubblici: segnalazione dei malfunzionamenti, raccolta e trasmissione di suggerimenti, partecipazione alla progettazione di aspetti del servizio (es. orario, carta dei servizi, ecc.), denuncia delle inadeguatezze organizzative e del mancato rispetto degli impegni assunti. La disponibilità di “comitati” o associazioni di utenti spesso è presente. Ad oggi manca invece una chiara affermazione del fatto che è un diritto degli utenti (non una paternalistica concessione dell’azienda) quello di partecipare al controllo della qualità! Ci fosse davvero una “sinistra pensante” forse su questo avrebbe preso posizione (vedi). Manca anche un serio impegno aziendale (certo questo non è presente da parte di TPER Spa e FER Srl) ad accogliere le richieste di definire modalità congiunte di controllo e miglioramento della qualità. Peccato, perché ce ne sarebbe un gran bisogno. Ma forse sarebbe il modo per riconoscere che … il re è nudo.

Il treno attraversa il passaggio a livello di via Casella Gatta, nelle basse di Vignola, con le sbarre alzate (foto del 20 settembre 2012). Quante volte succederà ancora?

Il treno attraversa il passaggio a livello di via Casella Gatta, nelle basse di Vignola, con le sbarre alzate (foto del 20 settembre 2012). Quante volte succederà ancora?

PS Qui il testo del report dell’Audit civico 2013 (pdf). Qui invece il report dell’audit civico 2012 (vedi) e del 2011 (vedi). Qui alcune considerazioni sull’audit civico ed il ruolo degli utenti (vedi) ed una rassegna fotografica sulla linea ferroviaria Vignola-Bologna (vedi).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: