Perché non convince la disponibilità di Luca Gozzoli

Denti bis si allontana_web (Gazzetta 10gen2014)Un commento è d’obbligo. Luca Gozzoli, interpellato dalla Gazzetta di Modena, si dice “disponibile”. A condizione di essere ritenuto “utile”: “utile alla città e utile per costruire l’unità del PD”. Parla ovviamente della candidatura a sindaco del PD per la prossima legislatura, 2014-2019. E aggiunge: “In me c’è massimo rispetto per il lavoro che è stato svolto in questa legislatura complessa e difficile”. Sì, è vero. Che questa legislatura sia stata particolarmente complessa e difficile è indubbiamente vero.

Il cantiere in via Libertà (foto del 26 ottobre 2013)

Il cantiere in via Libertà: un progetto discusso e che comunque riguarda solo metà strada! (foto del 26 ottobre 2013)

Gli amministratori pubblici – anche a Vignola – hanno dovuto gestire un processo di downsizing del comune (vedi), ovvero di contrazione del bilancio e di blocco (parziale) del turnover. Meno risorse, mentre i bisogni crescono e si differenziano (anche per la crisi economica in atto). Bisogna però riconoscere che queste condizioni e questi vincoli sono stati interpretati assai diversamente dalle differenti amministrazioni, dai differenti sindaci, così che i cittadini, nelle diverse realtà, hanno espresso giudizi differenti sull’operato di sindaci e giunte (e non è certo un caso se il giudizio dei vignolesi sull’amministrazione in carica – voto medio tra il 3 ed il 4 su una scala da 1 a 10 – è risultato il più severo in tutta la provincia di Modena!). Proprio per questo motivo – la durezza del compito – serviva una squadra di giunta di altissimo profilo. Serviva davvero mobilitare – come si ama dire nella retorica PD – le migliori energie morali ed intellettuali della città. Peccato che il sindaco Daria Denti abbia fatto esattamente l’opposto (vedi). Serviva anche un nuovo modo di fare politica improntato alla trasparenza, al coinvolgimento, alla partecipazione, alla ricerca di una visione ed obiettivi di lungo periodo, dunque “strategici”, per aiutare questo territorio a fronteggiare al meglio la crisi e per aiutare i cittadini a riconoscersi come soggetti “politici” impegnati a costruire il loro futuro. Anche qui il sindaco ha fatto esattamente l’opposto: opacità, tatticismi, divisioni artificiali anziché ri-connessioni, manipolazioni, promesse poi disattese (un esempio solo, ma eclatante: lo “stop al consumo di territorio non compromesso”: vedi).

L'ostello comunale "Casale della Mora", chiuso da più di dieci mesi (foto del 19 ottobre 2013)

L’ostello comunale “Casale della Mora”, chiuso dalla fine del 2012 ed ancora in attesa di un progetto (foto del 19 ottobre 2013)

A me sembra che questa sia la realtà. Chiunque intenda avanzare una sua candidatura a sindaco per Vignola – foss’anche solo una “disponibilità” – ha il dovere di dire chiaramente cosa non ha funzionato nel corso della legislatura; cosa non ha funzionato nell’amministrazione Denti. Il perché di un giudizio così severo dei cittadini. Ma anche delle controparti politiche, di una parte dello stesso PD, di larga parte del personale comunale e dell’Unione e degli stakeholder che hanno visto da vicino i processi decisionali anche più importanti contrassegnati da tatticismi, stop-and-go, opacità, incapacità di individuare un chiaro “bene comune” a cui tendere. In assenza di ciò, potrebbe forse essere trovata una candidatura “utile per costruire l’unità del PD” (cosa che rimane comunque improbabile, secondo la mia opinione, visto che per troppo tempo sono state lasciate approfondirsi le linee di frattura interne al partito locale – e anche di questo Gozzoli porta qualche responsabilità). Ma certamente non ne sarebbe assicurata l’utilità per la città.

Annunci

8 Responses to Perché non convince la disponibilità di Luca Gozzoli

  1. stefano ha detto:

    Carissimo Andrea, penso prorpio che stavolta ti possa sbagliare: secondo me Daria si ricandiderà: sarebbe troppo grande l’errore di proporre il ”perdente” delle precedenti comunali NON vignolese come Sindaco di Vignola !!! Va beh essere masochisti … ma fino a questo punto!!!!!
    Quindi io vedo un Denti-Gasparini alle primarie per la corsa alla poltrona da Sindaco.
    Ciao

    • Andrea Paltrinieri ha detto:

      Ciao Stefano, non ho fatto previsioni. Né mi faccio ingannare dal titolo dato all’articolo, che non corrisponde alle dichiarazioni rilasciate da Luca Gozzoli. Io mi sono limitato a commentare le dichiarazioni di Gozzoli come riportate dalla Gazzetta di Modena. Mi sembra che Gozzoli lo dica chiaramente: è disponibile a candidarsi solo nel caso in cui ciò fosse “utile per costruire l’unità del PD”. Ovvero se fosse il candidato unitario del PD (dunque senza necessità di primarie). L’ipotesi è quindi alquanto improbabile. Per il resto dovremo aspettare ancora qualche giorno. Entro il 23 gennaio il quadro sarà chiaro.

  2. Maria Pia ha detto:

    Sono d’accordo con Ivano:candidati Andrea !!!!!

  3. Ivano ha detto:

    Una candidatura che coaguli una certa città, forse d’opinione, ma certamente non di testimonianza. Una candidatura per affrontare una certa quantità di discorsi pubblici senza paura di rinnovare la tradizione da cui si viene. Una candidatura che faccia dire al PD locale:ci mancava anche Paltrinieri. È forse e anche ora che lo dicano..

    • Andrea Paltrinieri ha detto:

      Grazie Ivano, grazie Maria Pia. Per Vignola deve aprirsi una nuova stagione ed io farò il possibile perché ciò possa avvenire (… come sin qui ho cercato di fare il possibile per dare l’idea di una politica diversa). Ma ci sono candidati migliori. A presto!

  4. Luciano Credi ha detto:

    Come iscritto PD 2014,

    se riesco a rintracciare la Dott.ssa Serena Bergamini, secondo il numero datomi dalla segreteria di Vignola PD, io comunico entro il 31 gennaio 2014 (anche in base a quanto riportato da Modenaqui in data odierna), la mia disponibilità a tentare di cercare le firme utili entro il 13 febbraio 2014 per le primarie PD in data 2 marzo 2014, se saranno fatte anche per la città di Vignola. Se non riesco a contattarla per telefono invierò email sperando che essa abbia validità legale, al segretario di Vignola.

    Voglio dire anche ai giovani del PD di Vignola che fraintedono a volte tecnologia con i BLOG (spesso tanti mi hanno rimproverato a sinistra di scrivere in AmareVignola), che io se dovessi tentare questo masochisto percorso nei confronti di tutti i candidati e di tutti effettuerò un discorso tecnocratico alla “Bruxelles”, come mi è stato inculcato nel Dottorato europeo; l’arte oratoria che avevo imparato al Dams la lascio ai miei rivali; perché ho imparato dal dottorato soffrendo tantissimo contro la mia natura originaria “artistica” del Dams (tanti vecchi amici forse la Denti stessa non mi riconosce più da tempo), che i linguaggi tecnocratici e burocratici, spesso odiatissimi sono l’unico modo per far sì che il Davide di turno possa sognare di battere Golia.

    Basta con i luoghi comuni che la tecnologia odierna sia utilizzare solo e semplicemente i socialnetwork, Machluan (credo di aver sbagliato qualche lettera… ma insomma il canadese), che si occupava di linguaggi tecnici applicati alla cultura esisteva prima di internet; al massimo scambiare commenti sui socialnetwork, chiarisce posizioni personali di civile convivenza.

    Per questo se ci saranno critiche di ogni tipo, dissuasioni non m’importa perchè credo nell’utilità della tecnocrazia per battere avversari molto più “famosi”… “(e per mangiare in maniera più equosolidale in ambito planetario)”… ripeto tecnocrazia alla “Bruxelles” non è scrivere sui socialnetwork (come AmareVignola questo lo dico a tutto il PD di Vignola, che qualche commento fatto in questo BLOG sono sicuro al 100% non mi aiuti a prendere un voto, al limite ringrazio per aver avuto l’opportunità personale di aver potuto dire la mia)… Chiedo scusa se non sono più il sognatore del Dams, ma purtroppo i tempi sono cambiati.

  5. Gennaro ha detto:

    Caro Luciano,

    Grazie per aver condiviso con noi i suoi fatti personali che non centrano assolutamente nulla con il post di Paltrinieri, se non a tentare di sfoggiare la sua improbabile cultura.

    Il suo racconto aiuta sicuramente a focalizzarsi sul fatto che il PD a Vignola è totalmente allo sbaraglio, sembrando dei cani sciolti più che un partito; senza dimenticare il fulgido voto riservato alla Denti dall’intervista telefonica.

    Il riesumare un perdente di Vignola (Gozzoli) che a sua volta non è neppure di Vignola è una cosa a dir poco singolare se non buffa..

    PS: Attendo con ansia il suo banchetto per raccogliere le firme, penso che sarà la pietra miliare per le primarie di Vignola.
    Ci faccia sapere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: