Lotta alla zanzara tigre: l’amministrazione predica bene, ma razzola male

Ha preso il via nei giorni scorsi la campagna di lotta alla zanzara tigre, anno 2013, del comune di Vignola (pdf). Un appuntamento che si ripresenta annualmente non appena giunge l’estate. Ogni cittadino è invitato a fare la propria parte: impedendo il formarsi di acqua stagnante ed utilizzando gli appositi larvicidi. Ma se l’amministrazione comunale vuole andare oltre gli adempimenti formali e risultare credibile in una campagna necessariamente onerosa (più in termini di comportamenti che di denaro) deve anche imparare ad intervenire con tempestività nelle situazioni critiche, come il ripetuto formarsi di pozzanghere stagnanti attorno ad alcune fontane pubbliche. Situazione che peraltro era già stata segnalata nel 2012 senza però che nessuno intervenisse in modo risolutivo (vedi). In effetti quest’anno siamo daccapo.

La fontanella nel parco della biblioteca, lungo via San Francesco. Si notano le pozze di acqua stagnante (foto del 25 giugno 2013)

La fontanella nel parco della biblioteca, lungo via San Francesco. Si notano le pozze di acqua stagnante (foto del 25 giugno 2013)

[1] Il fatto è che in molte fontane pubbliche di Vignola si forma un deposito di acqua stagnante che ben si presta alla proliferazione della zanzara tigre (che a parole si vorrebbe contrastare). O nella vasca di raccolta dell’acqua o nell’immediato dintorno, come documentano le foto (del 2012 ed ora,  di nuovo, del 2013) relative alla fontanella pubblica nel parco della biblioteca, in via San Francesco. Perché l’amministrazione comunale a cui competono questi interventi non interviene? Mistero. Non è dato sapere. Eppure il problema è noto. Non solo perché ne ho pubblicato evidenza su questo blog già nell’estate 2012 (vedi). Ma anche perché ho provveduto a darne segnalazione formale tramite il complicato sistema web “RilFeDeUr” (sigla che sta per Rilevazione Fenomeni di Degrado Urbano) adottato dal comune di Vignola e dall’Unione Terre di Castelli (vedi). Eppure nulla si è mosso.

La fontanella del parco della biblioteca fotografata il 24 agosto 2012. Lotta alla zanzara tigre?

La fontanella del parco della biblioteca fotografata il 24 agosto 2012. Lotta alla zanzara tigre?

[2] Singolare modo di “comunicare” con il cittadino quello che si configura come una sorta di “messaggio in bottiglia”. Vediamo cos’è che non va. Il 14 ottobre 2012 – otto mesi fa – ho trasmesso una segnalazione in merito all’acqua stagnante attorno alla fontanella del parco della biblioteca tramite appunto l’interfaccia web del sistema RilFeDeUr (vedi). Dopo due giorni dalla segnalazione ricevo un’e-mail, generata in automatico, che riporta gli estremi ed il testo della mia segnalazione, seguita da una risposta di cortesia:

Dati segnalazione:
Segnalazione: 590/2012/VIG – Protocollo: 590/2012/vig
Data segnalazione: 14-10-2012
Data registrazione: 14-10-2012
Fenomeno: Degrado fisico – ambientale – Acqua – Presenza
Note fenomeno: Su via San Francesco, al margine del parco della biblioteca, è ubicata una fontana. Problemi di dispersione e di otturazione degli scarichi fanno sì che l’area circostante veda la presenza di acqua stagnante (e fanghiglia). La presenza di acqua stagnante (rilevata per tutta l’estate 2012) contraddice l’ordinanza del sindaco circa gli adempimenti contro la proliferazione della zanzara tigre. (Data e ora in cui si è verificato il fenomeno 14-10-2012 17:18)
Indirizzo: Via San Francesco

In merito alla segnalazione da Lei effettuata, comunichiamo che è stata trasmessa all’ufficio tecnico comunale al fine di avviare una procedura per la più rapida soluzione possibile del problema. RingraziandoLa per la comunicazione porgiamo distinti saluti.

Il Comandante
Fabio Venturelli

Acqua stagnante nella fontanella di via Portello (foto del 25 giugno 2013)

Acqua stagnante nella fontanella di via Portello (foto del 25 giugno 2013). La stessa situazione è in molte fontane vignolesi.

Poi più niente. Mai una comunicazione sullo stato di avanzamento della “pratica” (e sono passati otto mesi!). Insomma, comunicare la presenza di un “fenomeno di degrado urbano” (sic) è come mandare un messaggio in bottiglia. Certo, un “sistema” assegna un numero di protocollo, ma per il resto l’effetto è lo stesso. Al segnalante nessuno più rivolge la parola, ad esempio per dire che la segnalazione è andata a buon fine e che l’amministrazione è intervenuta sul “fenomeno di degrado urbano” (sic) eliminandolo o che, per una qualsiasi ragione, non è stato invece possibile intervenire (ma magari si ringrazia comunque per la segnalazione e si provvederà a monitorare il fenomeno … in futuro – e così via). Insomma, il sistema RilFeDeUr è stato progettato come un canale di comunicazione a senso unico (altro che web 2.0!). In ogni caso l’acqua stagnante attorno alla fontanella della biblioteca si è già riformata e, plausibilmente, starà lì di nuovo per tutta l’estate 2013, così come ci è stata per tutta l’estate 2012. Se si vuole davvero combattere contro la zanzara tigre e dare il buon esempio ai cittadini non è questo il modo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: