Nuova sede della Pubblica Assistenza Vignola nell’area del “polo della sicurezza”

Il primo edificio “pubblico” ad essere realizzato all’interno del “polo della sicurezza” non sarà la pur da tempo annunciata caserma dei Vigili del Fuoco (con annessa sede di Protezione civile e Polizia Municipale), visto che questa è oramai slittata al 2014 (o magari anche oltre – qui un’appunto sul progetto – vedi – e sulle tribolazioni progettuali: vedi). Sarà invece la nuova sede della Pubblica Assistenza di Vignola. L’associazione, sorta nel 1981 (vedi), potrà infatti nel volgere di pochi mesi dare il via al cantiere per la realizzazione della nuova sede, superando l’inadeguata sistemazione di oggi all’interno del vecchio mercato ortofrutticolo. Tutto ciò grazie ad un accordo con l’amministrazione comunale di Vignola, all’ordine del giorno nella seduta consiliare del 26 marzo scorso ed approvato all’unanimità. Il progetto è infatti del tutto condivisibile, anche e soprattutto per la localizzazione – come non lo è invece quella della nuova sede AVIS (vedi). Semmai essa rende evidente che si è persa l’occasione di organizzare in modo integrato la sede di due delle più importanti associazioni del volontariato sanitario della città.

L'area del sub-comparto 4 del "polo della sicurezza", dove verrà realizzata la nuova sede della Pubblica Assistenza Vignola (foto del 16 marzo 2013)

L’area del sub-comparto 4 del “polo della sicurezza”, dove verrà realizzata la nuova sede della Pubblica Assistenza Vignola, lungo via per Sassuolo. Sulla destra sono riconoscibili i palazzoni dell’area chiamata “Tunnel” (foto del 16 marzo 2013)

[1] Il piano particolareggiato di iniziativa pubblica, approvato dal consiglio comunale di Vignola con delibera n.36 del 20 aprile 2009 (vedi), aveva frazionato l’area del cosiddetto “polo della sicurezza” in 5 sub-comparti, di cui uno per intervento privato (si tratta del centro commerciale-direzionale “Porta nuova”, in costruzione: vedi), gli altri 4 per interventi pubblici, oltre ad aree per l’urbanizzazione primaria (strade veicolari, pedonali, ciclabili, parcheggi e verde a corredo) e un piccolo lotto verde privato vincolato. Uno dei 4 sub-comparti pubblici (superficie fondiaria di 2.830 mq, poi ridotta a 2.821 mq) era destinato ad ospitare il nuovo magazzino comunale (in un edificio a due livelli: interrato e piano terra). L’ipotesi di questa struttura, come del resto dei sub-comparti pubblici ad eccezione di quello della caserma dei Vigili del fuoco ecc., è però assai presto tramontata, anche in conseguenza della forte riduzione di risorse degli enti locali. La disponibilità di parte dello stabilimento Galassini di via per Sassuolo, incamerato nelle proprietà comunali dopo che si è evidenziato un abuso edilizio, ha quindi spinto a trasferire lì i magazzini comunali (ed in previsione anche gli archivi dell’Unione Terre di Castelli) abbandonando altre ipotesi di localizzazione. Rafforzando ulteriormente la strada per un ripensamento dell’impiego dell’area del “polo della sicurezza”, dove del progetto originario si salverà, con ogni probabilità, solo la caserma dei Vigili del Fuoco (con Polizia Municipale e Protezione civile). Perché dunque non collocare in quest’area la nuova sede della Pubblica Assistenza Vignola? Così in effetti è stato.

La "zonizzazione" dell'area "polo della sicurezza", come modificata con la delibera del consiglio comunale del 26 marzo scorso (inserimento, nel sub-comparto 4, della sede della Pubblica Assistenza in sostituzione del magazzino comunale)

La “zonizzazione” dell’area “polo della sicurezza”, come modificata con la delibera del consiglio comunale del 26 marzo scorso (inserimento, nel sub-comparto 4, della sede della Pubblica Assistenza in sostituzione del magazzino comunale)

[2] Con la delibera n.10 del 26 marzo scorso (pdf) il consiglio comunale ha quindi approvato il progetto preliminare della nuova sede, ha approvato una variante all’originario piano particolareggiato di iniziativa pubblica (prevedendo la nuova sede nell’area destinata in origine al magazzino comunale) e concesso l’area in diritto di superficie all’associazione per 60 anni (rinnovabili per altri trent’anni). Lo schema di convenzione approvato prevede dunque la concessione in diritto di superficie alla Pubblica Assistenza Vignola il lotto individuato nel subcomparto n. 4 di superficie fondiaria di mq. 2821 (identificato catastalmente in parte nel mappale 673 del Fogl. 13) affidando all’associazione stessa l’onere della progettazione dell’intervento nelle sue varie fasi e della sua realizzazione come opera pubblica a servizio della collettività. L’opera, secondo quanto previsto dal progetto preliminare, avrà un costo di 1.040.000 euro e sarà finanziata con risorse dell’associazione (che beneficerà comunque di contributi degli enti locali e, così è stato annunciato, della Fondazione di Vignola). Si tratta di un edificio a due piani (in legno e con avanzate soluzioni energetiche) con spazi per l’attività associativa, oltre a due autorimesse ed un magazzino (poco più di 1.000 mq di superficie coperta – qui le slide di presentazione predisposte dall’associazione: pdf).

Il sub-comparto 4 del piano particolareggiato  "polo della sicurezza" come modificato dalla delibera del 26 marzo 2013.

Il sub-comparto 4 del piano particolareggiato “polo della sicurezza” come modificato dalla delibera del 26 marzo 2013.

[3] L’impostazione del progetto “nuova sede per la Pubblica Assistenza Vignola” ricalca quello già messo in atto con la nuova sede dell’AVIS di Vignola: concessione del diritto di superficie dell’area di insediamento, realizzazione della sede a carico dell’associazione (con contributo degli enti locali – è stato annunciato un contributo di 127mila euro, 2 euro per residente, da parte dei comuni di Castelvetro, Marano, Savignano, Spilamberto e Vignola – a cui si aggiunge l’impegno della Fondazione di Vignola – così è stato annunciato – per un ulteriore contributo). Il richiamo alla sede AVIS, attualmente in costruzione, non è pertinente solo per l’analoga modalità seguita. Chi ha seguito quella vicenda sa infatti che l’aspetto discutibile (e discusso) di quell’operazione è consistito nella sua localizzazione, nel cuore della zona artigianale di Vignola (vedi). Ed anche che la soluzione preferita da AVIS stessa era in realtà proprio quella di realizzare la propria nuova sede in modo integrato con la nuova sede della Pubblica Assistenza, nell’ambito del “polo della sicurezza”. L’amministrazione comunale però, nonostante le preferenze di AVIS e nonostante diverse sollecitazioni in tal senso (come testimoniano gli atti consiliari), ha rigettato quella prospettiva (peraltro senza mai argomentare il perché). La localizzazione della nuova sede della Pubblica Assistenza Vignola nell’ambito del “polo della sicurezza” testimonia però della fattibilità di quella prospettiva (vedi). Dotata di una migliore razionalità non solo perché avrebbe offerto una migliore soluzione logistica ad AVIS, ma anche perché avrebbe consentito evidenti sinergie infrastrutturali ed economiche (es. spazi condivisi tra le due associazioni). L’apprezzamento per la soluzione che consente alla Pubblica Assistenza Vignola di dotarsi di una sede adeguata (l’avvio dei lavori è atteso entro il 2013) va dunque in parallelo al rincrescimento per un’occasione mancata nel disegno della città.

Nuova sede della Pubblica Assistenza Vignola: pianta e rendering.

Nuova sede della Pubblica Assistenza Vignola: pianta e rendering.

PS Riporto dalla stampa locale i dati sulla Pubblica Assistenza Vignola: 350 volontari che nel 2011 hanno realizzato più di 11.000 servizi, per complessive 66.568 ore. Ulteriori dati (ma non aggiornati) sono presenti sul sito web dell’associazione (vedi), in cui peraltro non si trova ad oggi (14 aprile 2013) alcuna informazione sul progetto della nuova sede. Qui il testo della delibera del consiglio comunale n. 10 del 26 marzo 2013 (pdf) con lo schema di convenzione allegato (pdf).

L'area del sub-comparto 4 in cui verrà realizzata la nuova sede della Pubblica Assistenza Vignola - vista da sud-ovest (foto del 16 marzo 2013)

L’area del sub-comparto 4 in cui verrà realizzata la nuova sede della Pubblica Assistenza Vignola – vista da sud-ovest (foto del 16 marzo 2013)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: