“Il diritto alla casa lo conquisteremo con la lotta!” Più di cento persone in assemblea a Vignola

Basta affrontare i propri problemi da soli! Una lotta organizzata e collettiva è necessaria. Questo è il messaggio risuonato tra chi ha preso la parola alla riuscitissima assemblea organizzata domenica al circolo Ribalta di Vignola dal Comitato lavoratori per il diritto alla casa. Dopo gli interventi introduttivi di Jalil Boussaguia, delegato sindacale della Fiom e membro dell’Udamer, Simona Bolelli, a nome del circolo di Rifondazione Comunista di Modena città, e Massimo Pasquini, Unione Inquilini di Roma, la riunione è proseguita vivace per più di un’ora con oltre cento persone che vi hanno preso parte.

Una foto dell'assemblea di domenica al Circolo Ribalta (foto del 3 febbraio 2013; riproduzione autorizzata da Jailil Boussaguia)

Una foto dell’assemblea di domenica al Circolo Ribalta (foto del 3 febbraio 2013; riproduzione autorizzata da Jailil Boussaguia)

Pasquini ha sottolineato che la provincia di Modena figura tristemente al quarto posto a livello nazionale – secondo dati del Ministero degli Interni per il 2011 – nel rapporto tra sfratti e numero di famiglie residenti. Ed infatti la crescita parallela degli sfratti ma anche degli alloggi vuoti, oltre all’insufficienza del patrimonio immobiliare pubblico, sono stati i punti più toccati e sentiti. A Vignola, ad esempio, la quantità di alloggi popolari è ferma addirittura dal 2000 (vedi). Alcuni interventi hanno ricordato che le lotte operaie degli anni ’70 avevano portato in tutta Europa conquiste sociali anche sul diritto all’abitare e che ora è necessario ritrovare l’unità di classe e la radicalità di quegli anni. La lotta per il blocco degli sfratti, per un massiccio piano pubblico di case popolari e per l’utilizzo/riuso del patrimonio abitativo sfitto saranno certamente al centro della nostra azione. A breve il Comitato Lavoratori per il diritto alla casa si riunirà per definire una prima piattaforma di rivendicazioni sulla quale convocare a Vignola un corteo cittadino ai primi di marzo. Abbiamo appena cominciato.

Una Vignetta di Altan (l'Espresso, gennaio 2008)

Una Vignetta di Altan (l’Espresso, gennaio 2008)

NB Questo post riproduce il comunicato stampa del Comitato Lavoratori per il Diritto alla Casa nato a Vignola (Mo). E’ un segno di un disagio che sta crescendo tra cittadini italiani e stranieri che, non essendo proprietari di un’abitazione, vivono in affitto. In Italia, nel 2011, il 72,4 per cento delle famiglie residenti è proprietario dell’abitazione in cui vive (era il 73,6% nel 2010). La famiglie che, al contrario, pagano un canone d’affitto per l’abitazione in cui vivono, rappresentano appena il 18 per cento delle famiglie residenti (il restante 9,6% sono le famiglie che hanno alloggi in usufrutto o in uso gratuito) (Fonte: Annuario Statistico italiano 2012 ISTAT). Tutte le indagini evidenziano il peso costituito dal pagare l’affitto sull’economia familiare (tra queste anche l’indagine ICESmo sulla ricchezza delle famiglie modenesi: vedi). Diverse sono le opzioni perseguite dai comuni per consentire l’accesso, in proprietà o in affitto (a prezzi inferiori a quelli di mercato), al bene casa. A Vignola le opportunità sono inferiori che altrove visto che alla cancellazione delle politiche nazionali si è sommata la sottovalutazione del tema, almeno dal 2004 ad oggi (anche in conseguenza del flop dei buoni casa: vedi). Nei mesi scorsi l’amministrazione comunale ha presentato un progetto di realizzazione di dieci unità abitative di Edilizia Residenziale Pubblica (ERP) presso l’area ex-Enel – un progetto controverso (vedi).  E che comunque non produrrà risultati entro questa legislatura.

Annunci

One Response to “Il diritto alla casa lo conquisteremo con la lotta!” Più di cento persone in assemblea a Vignola

  1. Lanfranco Viola ha detto:

    Da sempre “loro” preferiscono far costruire POCHI edifici costosi,piuttosto che molti edifici funzionali ed economici,da mettere a disposizione di chi è senza casa .Perchè ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: