Un servizio di mailing sugli atti pubblicati all’albo pretorio online grazie all’azione di Vignola Cambia

E’ stato attivato in questi giorni dall’amministrazione comunale di Vignola e dall’Unione Terre di Castelli. Si tratta di un servizio di mailing relativo agli atti pubblicati all’albo pretorio online. Registrandosi tramite un’apposita form i cittadini interessati possono chiedere di ricevere un’e-mail di notifica ogni volta che un nuovo atto viene pubblicato all’albo pretorio online ed in tal modo seguire l’attività dell’amministrazione comunale (e dell’Unione). Sino ad oggi chi voleva poteva consultare l’albo pretorio online, integrato nel sito web dell’ente (ed ancora organizzato in modo decisamente burocratico, ovvero assai poco user-friendly). Insomma, secondo una logica “pull”. Adesso, invece, si passa ad una logica “push”: le informazioni sono spinte all’utente e non è più quest’ultimo che deve andare a cercarle (con il rischio di perderle se sbaglia la finestra temporale di pubblicazione). Tutto ciò grazie ad una “sollecitazione” della lista di cittadini Vignola Cambia (vedi). Sollecitazione trasmessa sotto forma di mozione, ovvero come atto di indirizzo alla giunta approvato dal consiglio comunale. “Per una trasparenza attiva” – questo il titolo della mozione approvata l’1 agosto 2012 (pdf).

Sandro Chia, Boy and dog, 1983, GNAM-Galleria Nazionale d'Arte Moderna, Roma (foto del 24 novembre 2012)

Sandro Chia, Boy and dog, 1983, GNAM-Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma (foto del 24 novembre 2012)

Per fruire del servizio è sufficiente compilare due campi di un’apposita form: nominativo e indirizzo e-mail. Il servizio è attivo sia per quanto riguarda gli atti del comune di Vignola (ricordo che si tratta degli atti che secondo la legge debbono essere “pubblicizzati” tramite pubblicazione all’albo pretorio, da un paio di anni obbligatoriamente digitale) – trovate qui la pagina di registrazione: vedi. Sia per quanto riguarda gli atti dell’Unione Terre di Castelli: vedi. A chi si registra viene mandato in automatico un messaggio di verifica dell’indirizzo e-mail e di richiesta conferma della volontà di registrarsi. Perfezionata l’iscrizione, il servizio è immediatamente operativo. Per ogni atto pubblicato (delibera di giunta, delibera di consiglio, ordinanza del sindaco, permessi a costruire, bandi di concorso, ecc.) il sistema invia al destinatario un messaggio e-mail con indicato il titolo dell’atto. Ad esempio:
Notifica di pubblicazione atto all’albo pretorio
Tipologia: Ordinanze
Oggetto: ORDINANZA TEMPORANEA N° 122 IN DATA 29/11/2012 RELATIVA ALLA DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE RELATIVA AI “LAVORI DI REALIZZAZIONE DI UNA ROTATORIA ALL’INCROCIO TRA LA S.P. 569 “DI VIGNOLA”, VIA DELL’AGRICOLTURA E UNA STRADA LATERALE
Reg. N. 1039/2012
Dal 30/11/2012 al 02/01/2012
Accedi all’elenco degli atti dell’albo pretorio

Osvaldo Licini, Memorie d'oltretomba, 1938 ca, GNAM-Galleria Nazionale d'Arte Moderna, Roma (foto del 24 novembre 2012)

Osvaldo Licini, Memorie d’oltretomba, 1938 ca, GNAM-Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma (foto del 24 novembre 2012)

A quel punto, chi è interessato può andare a consultare l’atto sull’albo pretorio online. Vengono pubblicati circa 40-50 atti ogni 15 giorni, per cui bisogna prepararsi a ricevere la corrispondente quantità di e-mail. Magari nella release 2.0 verrà data la possibilità di selezionare – flaggare – solo alcune tipologie di atti e  non altre – per ora accontentiamoci di questa prima ed un po’ rudimentale versione, ma efficace. Insomma, una piccola innovazione che però consente con più facilità di seguire l’attività amministrativa del comune (o dell’Unione). Da ultimo vale la pena osservare che è solo grazie all’azione della lista di cittadini Vignola Cambia che si è fatto qualche passo in avanti, nel comune di Vignola, in tema di trasparenza amministrativa. Prima con la mozione che dettava le prescrizioni sulle informazioni da rendere accessibili tramite il sito web dell’ente (seppure poi in larga parte disattesa): pdf. Quindi con la mozione “trasparenza attiva” di cui abbiamo trattato in questo post. Ed ancora con la mozione “trasparenza e responsabilità”, per rendere pubblici i dati di impiego dei contributi erogati dall’amministrazione ad associazioni ed enti (pdf). Infine con la mozione “Per una sanità trasparente”, finalizzata a dare informazione tempestiva ed a coinvolgere forze sociali e cittadini sull’imminente “razionalizzazione” della sanità vignolese (vedi). La cosa interessante è che questa amministrazione dispone nientepopodimeno che di un assessore “alla trasparenza della pubblica amministrazione” (Maria Francesca Basile) che in tre anni è riuscita nella difficile impresa di non avere alcuna idea in merito e dunque di non fare assolutamente niente su questo fronte (vedi). Anche dire ciò è trasparenza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: