Bici in treno: perché non si riesce a farne un’opportunità quotidiana?

La Regione Emilia-Romagna e TPER (la nuova azienda nata dalla fusione di ATC e FER) lanciano l’iniziativa “La tua bici va in treno” partendo proprio dalla ferrovia Vignola-Bologna (vedi). Di cosa si tratta? In pratica viene assicurato il trasporto gratuito della bici sul treno. Attenzione però! L’offerta è valida solo nei giorni festivi, neppure per tutte le corse (solo 8 su 10; chissà perché sono escluse le corse serali), e solo dall’8 aprile al 3 giugno. Di fronte ad iniziative come queste provo sentimenti ambivalenti. Certo, da un lato apprezzo quest’opportunità di abbinamento di treno e bici. Dall’altro so bene che non è nulla di più di una “spruzzatina” di ambientalismo su un servizio che ancora oggi evidenzia nella quotidianità parecchie disfunzioni. Tra cui quello di un sistema assolutamente disincentivante all’abbinamento treno + bici, visto che: (1) i nuovi ATR220 non sono in grado di caricare più di 5 bici; (2) si deve comunque pagare un biglietto aggiuntivo; (3) occorre prenotare in anticipo per caricare la bici sul treno. Questo nei giorni “normali”.

Una bici caricata su uno dei nuovi treni ATR220, che però hanno solo 5 posti-bici (foto del 5 agosto 2011)

Per l’iniziativa “La tua bici va in treno” ecco comunque un po’ di informazioni. Le partenze da Vignola sono: 7.48, 10.48, 13.48, 16.48 (non sarà possibile sulla corsa delle 20.48). Quelle da Bologna: 6.37, 9.16, 12.16, 15.16 (non sarà possibile sulla corsa delle 19.16) (qui l’orario completo in pdf). Attenzione anche al fatto che per caricare la bici occorre prenotare online (almeno 48 ore prima). Anche se il pieghevole dell’iniziativa lascia uno spiraglio per un free access: “Per coloro che si recheranno direttamente al treno, senza prenotazione, non viene garantito l’accesso qualora il numero massimo di biciclette sia già stato raggiunto” (qui il pieghevole in pdf). Il che vuol dire, dunque, che finché c’è posto è possibile salire con la bici anche senza prenotazione!! Si viene dunque a superare, seppure solo nei giorni festivi, l’attuale norma che richiede sempre la prenotazione per il trasporto in bici – fonte di liti con i virtuosi della bicicletta (vedi). Insomma chi vuole può azzardare, decidendo all’ultimo minuto e presentandosi in stazione! Ultima annotazione. Per realizzare l’iniziativa viene aggiunto al treno una “carrozza bici dedicata”. Il che significa che, plausibilmente, non verranno usati i nuovi ATR220, ma i vecchi treni ALN668. Insomma, per caricare le bici si fa un passo indietro con il materiale rotabile. Peccato. E’ comunque il segno dell’arretratezza del servizio. Che in 8 anni non ha visto miglioramenti né nei tempi di percorrenza (anzi, si è passati da 59 a 62 minuti!), né nella frequenza (ancora oggi, come nel 2004, da Vignola c’é una corsa ogni ora). Che vede ancora un numero spropositato di treni soppressi: quasi mille nel 2011, anche se prevalentemente si tratta delle corse Bazzano-Bologna (vedi). E che non è in grado (siamo nel 2012!!!) di garantire l’abbinamento bici + treno in modo user friendly! Insomma, con un modo di fare “all’italiana” manca la qualità del servizio quotidiano, ma, essendo creativi, ci permettiamo di fare un po’ di marketing in qualche giorno festivo (ma dovendo utilizzare di nuovo i vecchi treni)! E’ l’Italia, bellezza!

Uno dei vecchi ALN668 al passaggio a livello di via Casella Gatta, nelle "basse" di Vignola. Verranno usati i vecchi treni per agganciare la carrozza bici dedicata? (foto del 27 novembre 2009)

Ultima cosa: ovviamente serve il titolo di viaggio (3,60 euro per una corsa di sola andata Vignola-Bologna). Inoltre, come detto, l’offerta vale solo per il periodo dall’8 aprile al 3 giugno 2012, dopodiché l’iniziativa si sposta su altre linee regionali. Essa è infatti realizzata nell’ambito di un progetto – InterRegioRail – finanziato dall’Unione Europea. Insomma, una spruzzatina d’Europa! Conviene approfittarne. Qui anche un po’ di info sulle piste ciclabili di Bologna (vedi).

Ogni treno ATR220 ha la possibilità di caricare al massimo 5 biciclette (foto del 7 aprile 2011)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: