Ferrovia Vignola-Bologna in 200 scatti

Il 22 e 23 luglio l’associazione “In prima classe per Bologna-Vignola” ha realizzato il primo audit civico (vedi) per rilevare la qualità del servizio ferroviario, con particolare riferimento alle stazioni della linea. Nella slideshow sono proposte alcune delle foto scattate nel corso dell’audit civico e nelle giornate successive. La presentazione segue la sequenza delle 18 stazioni della linea, da Vignola a Bologna Centrale.
Vodpod videos no longer available.

Ferrovia Vignola-Bologna in duecento scatti (Au…, posted with vodpod

Dopo 8 anni dalla riattivazione del servizio la realtà della linea ferroviaria è decisamente insoddisfacente. Da marzo 2011 sono in funzione i nuovi ATR220 (più confortevoli, più affidabili, ma ancora con motore diesel), ma se i nuovi treni risultano ora accessibili alle persone disabili, vi sono ancora stazioni che invece accessibili non sono (Bazzano e Crespellano, dove gli ascensori di collegamento tra sottopassaggio e secondo binario non funzionano) o che non rispettano in pieno le norme per l’accessibilità (Savignano Mulino e Casalecchio Palasport). Mentre sono in corso i lavori per l’ammodernamento dell’impiantistica (che però dovevano essere terminati entro il 2010), molte stazioni evidenziano una grave situazione di degrado (con le palazzine-passeggeri non utilizzate ed in stato di abbandono, come a Vignola, Savignano Comune, Savignano Mulino, Muffa). Più in generale le stazioni, tranne poche eccezioni, sono poco curate e poco pulite, prive di impianti di videosorveglianza (ci sono videocamere non funzionanti da tempo), prive di emettitrice automatica di titoli di viaggio (uniche eccezioni Bazzano e Casalecchio Garibaldi), sprovviste di servizi commerciali (unico caso positivo è Bazzano dove la stazione ospita un bar) o di “presidio sociale” (al momento unico caso, la palazzina della stazione di Ponte Ronca è assegnata ad una associazione locale). Rari gli episodi positivi: ascensori pienamente funzionanti e dunque in grado di servire persone con disabilità a Zola Chiesa e Casalecchio Garibaldi; pareti abbellite con murales nella stazione di Casteldebole (ed in parte a Casalecchio Garibaldi); servizio di bike sharing a Ponte Ronca, Zola Comune, Riale, Casalecchio Garibaldi. Dappertutto un sistema di informazione all’utenza assolutamente inadeguato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: