Treno Vignola-Bologna: partenza con il “piede” sbagliato …

Sembra di sentire la vecchia canzone di Edoardo Bennato del 1973 (l’album era Non farti cadere le braccia – un titolo particolarmente adatto al tema): “Ma quando arrivi treno” (per una recensione di questo primo album di Bennato: vedi). La canzone ha un testo brevissimo (ed è un po’ una lagna), ma sia per il testo che per la musica rende bene il senso dell’esperienza del pendolare ferroviario! In effetti, dal 14 dicembre, dopo la modifica degli orari del treno Vignola-Bologna, la situazione (pare impossibile) è addirittura peggiorata. La Gazzetta di Modena ci ha fatto un reportage (vedi1, vedi2), descrivendo l’esperienza del viaggio andata e ritorno e testimoniando di un ritardo di 7 minuti (la corsa era quella in partenza da Bologna alle 9.16 di martedì 16 dicembre). Ognuno può aggiungere la propria personale esperienza di questi giorni. Io riporto quella di mia figlia (pendolare sulla tratta Vignola-Bologna per andare all’IsArt di Bologna): martedì 16 dicembre il treno in partenza da Vignola alle 6.48 è arrivato a Bologna con dieci minuti di ritardo. Giovedì 18 dicembre, il treno in partenza da Bologna alle 13.16 è partito con dieci minuti di ritardo! Venerdì 19 dicembre il treno in partenza da Vignola alle 8.48 è stato soppresso. Lo stesso giorno il treno in partenza da Bologna alle 18.16 è arrivato a Vignola con più di un quarto d’ora di ritardo. E così via. E’ uno stillicidio continuo di disagi, ritardi, corse soppresse.

Un "totem" presso la stazione ferroviaria di Vignola?

Un "totem" presso la stazione ferroviaria di Vignola?

[1] Sappiamo che le cose non sono semplici. L’integrazione del binario Vignola-Casalecchio con il nodo ferroviario di Bologna ha la sua complessità. E non vogliamo certo affermare che senza questo nostro “trenino” la vita sarebbe migliore (provare il bus 671 per credere!). Certamente no. Però vorremmo vedere il gestore fare davvero ogni sforzo possibile per migliorare il servizio. Per far arrivare il treno puntuale. Per evitare che i passeggeri vengano multati perché non hanno obliterato il biglietto … pur in assenza di obliteratrici (e con il personale di bordo che, quando glielo segnali, ti dice che passerà più tardi … ma poi nessuno lo vede più). Vorremmo vedere il gestore che si impegna in una seria politica di informazione degli utenti (questo non dovrebbe essere troppo complesso). Insomma vorremmo avere un servizio da paese moderno, forse non modernissimo, ma “decentemente moderno”. Cosa fare? In un bel libro – oggi un classico – del 1970 (Lealtà, defezione, protesta. Rimedi alla crisi delle imprese, dei partiti e dello stato, Bompiani, Milano, 1983) l’economista “non ortodosso” Albert O.Hirschman osservava che i rimedi al peggioramento della performance delle imprese di servizi sono di due tipi: exit, quando si abbandona un fornitore per andare da un altro, voice, quando (spesso perché il fornitore è un monopolista) invece si protesta (non potendo fare altro). Guarda a caso Hirschman scriveva avendo in mente il caso delle ferrovie nigeriane. Ma le ferrovie italiane potevano andar bene lo stesso. In ogni caso sarebbe già un atto di trasparenza obbligare il gestore a pubblicare sul suo sito web i dati che evidenziano puntualità o ritardo dei treni. Così ciascuno può fare due conti prima di fare un abbonamento annuale! Si può fare?

Buon viaggio. Qualcuno fa dell'ironia?

Buon viaggio. Qualcuno fa dell'ironia?

[2] In effetti, grazie alla segnalazione di un amico, ho scoperto che il sistema ferroviario regionale è dotato di un sito web dove è a disposizione un applicativo per evidenziare i dati sui ritardi sui treni (vedi). Ho provato dunque ad estrarre i dati relativi alla linea Bologna-Casalecchio-Vignola. Innanzitutto è consentita solo un’interrogazione per anno pieno. Ad oggi sarebbero accessibili, dunque, solo i dati del 2007, non quelli del 2008 (è il famoso real time!). Peccato però. La possibilità è solo teorica! Anche per il 2007, infatti, il sistema risponde: “Non ci sono dati per il periodo selezionato”. C’é altro da aggiungere?

Vietato attraversare i binari. E percorrerli longitudinalmente?

Vietato attraversare i binari. E percorrerli longitudinalmente?

[3] Sì, c’è altro. Una riflessione più generale sulla qualità del servizio e su cosa possono fare gli utenti per far sentire la loro voce – voice, secondo l’opzione di Hirschman – in modo efficace. Oggi (venerdì 19 dicembre) ero a Savignano Comune per prendere il treno in direzione Bologna (treno in partenza alle 8.48 da Vignola). Pochi minuti prima delle 8.52, orario previsto per il transito del treno, una voce all’altoparlante annuncia che a causa guasto il treno è soppresso. Panico. E ora che faccio (avevo appena lasciato l’auto dal gommista)? La fermata dell’autobus 671 è a circa 700-800 metri. Io non sapevo gli orari ed in stazione, a Savignano, non c’è alcun cartello che informa sugli orari della linea 671. Dunque, prima cosa: il primo livello di una gestione integrata del servizio è a livello informativo. Alle stazioni ferroviarie mettiamo per favore anche l’orario del bus 671 (e viceversa). Seconda considerazione. Sappiamo dell’impegno di FER nell’acquisto di nuovi locomotori e carrozze, da mettere in funzione non appena sarà terminata l’elettrificazione della linea (che presumibilmente avverrà entro il 2009). Con l’Alta Velocità era stato messo un totem davanti alla stazione FS di Bologna che segnava il tempo mancante all’avvio della nuova linea. La scadenza del 14 dicembre 2008 è stata effettivamente rispettata. Perché non fare la stessa cosa anche con il nostro trenino? Perché non mettere un bel totem alla stazione ferroviaria di Vignola, un totem che indichi il tempo mancante al completamento dell’elettrificazione ed all’avvio del nuovo servizio? Se ci pensiamo a modo è questo che manca al sistema Italia. Qualcuno che si prenda un impegno chiaro e che si senta responsabile del suo conseguimento. Invece, complice una classe politica un po’ disinvolta, si va avanti a forza di annunci, che però vengono disattesi. Ricordo, ad esempio, che l’elettrificazione della linea Vignola-Bologna era stata annunciata entro il 2008! Ci sta anche un errore di previsione, ci mancherebbe. Specie per questioni un po’ complesse come questa. Ma qualcuno vuol prendersi la responsabilità di spiegare pubblicamente perché non si è riusciti a rispettare la previsione originaria?

2totem" presso la stazione ferroviaria di Savignano. Non sarebbe bello lanciare un concorso per la progettazione per il riuso (ovviamente non come WC), per giovani progettisti?

"Totem" presso la stazione ferroviaria di Savignano. Non sarebbe bello lanciare un concorso per la progettazione per il riuso (ovviamente non come WC), per giovani progettisti?

[4] Dunque che fare? Cosa possono fare gli utenti che ogni giorno patiscono disagi e che pagano un biglietto od un abbonamento per un servizio e ne ottengono uno diverso (più scadente)? Cosa fare in attesa della class action? Due cose. Innanzitutto chiamare politici ed amministratori a rendere conto (vedi). Altrimenti la politica vive di annunci, di progetti sempre proiettati nel futuro. Il servizio ferroviario di qualità sarà sempre quello di domani, mai quello di oggi. Seconda cosa. Vedo dal sito web MobilitER che manca un “comitato locale di pendolari” per la linea Vignola-Bologna (vedi). A parte la tristezza di un impegno in un siffatto comitato … una sorta di “stigma” sociale. Forse però bisognerebbe darsi da fare per attivarlo …

PS Anche un blog “civico” di Bazzano (La Comune di Bazzano – il governo ombra del Comune di Bazzano … ma non solo) si sta occupando del servizio ferroviario Vignola-Bologna (vedi). Ho anche lanciato una “causa” su FaceBook: “treno Vignola-Bologna: la voce degli utenti sugli orari!” (vedi).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: