IL PD chiama i cittadini vignolesi a costruire il programma per il governo della città. I forum tematici al via

Il Comitato Direttivo del Partito Democratico di Vignola, nella seduta del 25 novembre, ha preso alcune importanti decisioni. Innanzitutto in merito alle primarie che, nel caso di presentazione di più di una candidatura (è possibile raccogliere le firme dal 24 novembre fino al 3 gennaio 2009, ore 12), saranno primarie del PD e si terranno il 25 gennaio 2009, secondo l’indicazione provinciale (nel precedente post ho riepilogato le informazione essenziali: vedi). E’ dunque definito il numero di sottoscrizioni necessarie per presentare una candidatura: 22 firme di iscritti al PD (3% di 702 iscritti) o 8 firme di componenti del Comitato Direttivo (10% di 73 componenti il Comitato Direttivo di Vignola, tra eletti e membri di diritto). Soglie basse dunque, sempre nello spirito di favorire la partecipazione (e dunque la competizione). La seconda decisione di rilievo è in merito ai “Forum tematici”. E’ stata infatti comunicata la road map per la predisposizione del programma di governo della città per la legislatura 2009-2014. Prima tappa è l’avvio dei forum tematici che, come recita lo statuto del PD nazionale, sono finalizzati al “coinvolgimento dei cittadini nell’elaborazione di proposte programmatiche” (art.24). La partecipazione ai Forum è aperta a tutti i cittadini. E anche su questa effettiva capacità di coinvolgimento si baserà il loro successo. Ecco le informazioni essenziali sui primi appuntamenti dei forum vignolesi (che si svolgeranno, di norma, in Municipio a Vignola):

  • Martedì 2 dicembre, ore 20.30: Forum economia-territorio (coordinamento Daria Denti)
  • Mercoledì 3 dicembre, ore 20.30: Forum sanità-welfare (coordinamento Serena Bergamini)
  • Mercoledì 10 dicembre, ore 20.30: Forum sicurezza (coordinamento Liliana Albertini)
  • Giovedì 11 dicembre, ore 20.30: Forum scuola-cultura (coordinamento Andrea Paltrinieri)

Invito a prendervi parte tutti i cittadini vignolesi interessati a contribuire a disegnare il futuro di questa città. Voglio però essere onesto fino in fondo e vorrei che anche il PD vignolese lo fosse. Un programma di legislatura è un atto di grande importanza. E però se ci chiedessimo che cosa sappiamo del programma della legislatura che volge al termine (2004-2009), pochi saprebbero rispondere con cognizione. Quasi nessuno saprebbe dire dove recuperarne una copia (eppure con il web sarebbe facilissimo metterlo a disposizione di tutti). Sempre pochi, infine, sono quelli che sanno dire quanto di quel programma è stato realizzato. Questo tra i cittadini, ma lo stesso vale anche per molti amministratori e persone impegnate in uno dei partiti di maggioranza. Lo dico perché le idee di partecipazione, di trasparenza che il Partito Democratico sta cercando di iniettare in dosi massicce in politica richiedono, per non essere pura retorica, che venga affrontato anche questo aspetto.

Ipotesi di riqualificazione dell'area circostante il Municipio di Vignola (Workshop di progettazione)

Ipotesi di riqualificazione dell'area circostante il Municipio di Vignola (Workshop di progettazione 2008)

Il programma di legislatura è un atto importantissimo ed importantissimo è che sia il più partecipato (e condiviso) possibile. Ma ugualmente importante è predisporre con rigorosa periodicità sia una verifica della sua attuazione, sia una puntuale rendicontazione delle cose fatte, sia una approfondita discussione sui necessari aggiornamenti da apportarvi. L’impegno alla programmazione, detto in sintesi, è ugualmente importante rispetto a quello ad una puntuale ed oggettiva rendicontazione (vedi). Io aggiungerei anche: condita con una sana dose di capacità di lettura critica ed auto-critica (vero requisito per un effettivo “apprendimento”, dell’amministrazione e delle forze politiche). Lo prevede, tra l’altro, lo stesso Statuto del PD regionale quando all’art.20 introduce il principio della “rendicontazione” e della trasparenza dell’operato degli amministratori. Sembrano principi banali, ma per la politica non lo sono. Solo in questo modo possiamo avere una qualche chances di recuperare un po’ di quella fiducia che oggi i cittadini sono sempre più restii ad assegnare ai partiti! Il Partito Democratico vorrebbe distinguersi anche su questo fronte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: