Scuola e ministri ombra (nell’ombra)

17 settembre 2008

Sia il sondaggio ISPO (Corriere della Sera 14 settembre), sia il sondaggio Ipr Marketing (la Repubblica 16 settembre) confermano che il governo Berlusconi gode di buona salute, almeno stando all’opinione degli intervistati. Secondo il sondaggio Ipr Marketing uno dei temi che ha contribuito ad accrescere la popolarità del governo è la “riforma scolastica” del ministro Gelmini. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Ancora un paio di cose sulla Gelmini e la sua idea di scuola

13 settembre 2008

Alla domanda del giornalista de Il Riformista che le chiede se il ritorno del maestro unico deriva da motivi di cassa il ministro Gelmini ha risposto: “No. Innanzitutto è una scelta pedagogica. I bambini devono passare dalla mamma a una persona che sia in grado di stabilire una continuità e un legame affettivo, che conosca il bambino e lo tratti come una persona. Poi, certo, c’è anche un’esigenza economica” (il corsivo è mio, per rimarcare questo passaggio; per il testo completo dell’intervista apparsa l’11 settembre vedi). Prendiamo per un attimo sul serio questa dichiarazione del ministro e chiediamoci quanto c’è di vero in questa supposta motivazione pedagogica. Leggi il seguito di questo post »


Grazie, caro professore. In ricordo di Achille Ardigò

11 settembre 2008

E’ morto ieri a Bologna Achille Ardigò, 87 anni, cattolico, uno dei padri fondatori della sociologia italiana (vedi). Fu molto vicino a Giuseppe Dossetti che affidò proprio a lui la preparazione del programma – il Libro bianco su Bologna – con cui si presentò alle amministrative a Bologna nel 1956. In quelle pagine stanno temi di grande importanza, come è riconosciuto ancora oggi, specie per l’idea più innovativa: la riforma dei quartieri ed il decentramento amministrativo, proposta poi raccolta e realizzata dal Pci. Leggi il seguito di questo post »


Scuola che vince si cambia. La scuola elementare della Gelmini

9 settembre 2008

Delle recenti dichiarazioni del ministro Mariastella Gelmini ce n’è una sola che mi sento in pieno di condividere. Richiamando la responsabilità della politica che negli ultimi decenni non è riuscita a condividere un vero disegno di riforma della scuola ha affermato: “sui cittadini italiani del 2020 non si deve scherzare: il loro destino non può essere oggetto di bassa speculazione politica.” Bene. Su questo siamo d’accordo. Leggi il seguito di questo post »


La querelle sindaci-partito nel PD: un affare estivo?

7 settembre 2008

Se quest’estate non avete rinunciato, pur trovandovi sotto l’ombrellone, a dare un’occhiata, anche fugace, alle pagine di politica dei quotidiani, avrete certamente notato diversi articoli che parlavano delle tensioni o dei conflitti sorti tra amministratori (sindaci e “governatori”) e dirigenti di partito. Il partito è ovviamente il Partito Democratico, da cui provengono i sindaci e, ovviamente, gli esponenti politici impegnati nelle contese. Leggi il seguito di questo post »


Puntuali arrivano i tagli di Tremonti sulla scuola

3 settembre 2008

Non ci sono più dubbi. Il decreto legislativo n.137 dell’1 settembre 2008 – Disposizioni urgenti in materia di istruzione e università – rende trasparente la logica che ha mosso il ministro Mariastella Gelmini nei suoi primi atti relativi alla “riorganizzazione” della scuola italiana. Le preoccupazioni pedagogiche sono un semplice velo alla ragione vera: fare economia. Leggi il seguito di questo post »